Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Area 51, dopo 30 anni di silenzio le rivelazioni shock di un fornitore di apparecchiature scientifiche

CONDIVIDI

Bob Lazar e l'Area 51

Si chiama Bob Lazar e ha dichiarato di aver lavorato su una navicella spaziale aliena tenuta nascosta agli occhi del mondo nella famigerata Area 51

Anno 1989. Bob Lazar, di professione fornitore di apparecchiature scientifiche, si ritrova a lavorare a bordo di una straordinaria navicella spaziale aliena conservata, in gran segreto, nell’Area 51.

A quasi 30 anni di distanza da quello straordinario evento che Bob Lazar ha dichiarato di aver vissuto in prima persona, l’uomo ha rilasciato delle dichiarazioni che potrebbero far tremare gli States.

“Ho lavorato su una navicella spaziale aliena nell’Area 51”: le dichiarazioni shock di Bob Lazar

L’incredibile storia di Bob Lazar parte dal settore dell’Area 51 conosciuto come “S-4”. Si tratta di un edificio che viene utilizzato, all’interno della zona segreta, come struttura ausiliaria. Qui è iniziata quella che è stata definita dal filmmaker Jeremy Corbell “la più grande storia di Ufo di tutti i tempi” e che sarà raccontata, per intero, in un documentario.

Bob Lazar, infatti, non ha mai raccontato tutti i dettagli della sua storia, scegliendo il silenzio stampa dopo l’ondata di notorietà iniziale. Adesso, pare proprio che l’uomo abbia deciso di collaborare con Jeremy Corbell (41 anni) e di raccontare per intero questo spaccato dei segretissimi avvenimenti che riguardano l’area 51.

Ecco cos’ha dichiarato in proposito lo stesso Corbell: “Questa sarà la prima volta in cui Lazar (ndr) darà la sua versione completa. Aveva scioccato il mondo e poi è stato relativamente silenzioso, fino ad oggi. Nel corso degli anni, George Knapp lo avrebbe fatto parlare per un paio di minuti per ricordare alla gente la sua storia, ma ciò è stato difficile da fare. A Bob non è mai piaciuto essere noto al pubblico. In questo film Bob ha completamente schiuso la sua vita, parla candidamente, non ha mai fatto nulla di simile prima.

Naturalmente, tantissimi sono gli scettici che si pongono in condizione fortemente critica sull’esistenza degli alieni. La storia di Bob Lazar non è priva di lacune, di buchi, e questo ha fatto sì che l’uomo prestasse il fianco a molteplici attacchi di chi lo ha accusato di aver inventato tutti.

Jeremy Corbell ha messo in chiaro che la sua pellicola non ha lo scopo di convincere gli scettici ma di fornire un ritratto fedele del vero Bob che farà dubitare del fatto che l’uomo possa essere un bugiardo. Spetterà ad ognuno degli spettatori se decidere di credere o meno.

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews