Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Condono, Salvini scarica Di Maio: “Non partecipo a nessun consiglio dei ministri”

CONDIVIDI

Salvini scarica Di Maio

Scontro aperto tra Di Maio e Salvini sul condono inserito nel decreto fiscale. Il leader della Lega nega la partecipazione al consiglio dei ministri richiesto dall’altro vice premier.

All’indomani della firma del decreto fiscale e dell’approvazione della manovra, Di Maio accusa i rappresentanti della Lega di aver inserito nel documento il condono fiscale e lo scudo per i capitali all’estero a sua insaputa, quindi promette che ci sarà un nuovo consiglio dei Ministri per revisionare il testo e togliere le parti che non sono conformi alle idee ed ai programmi del Movimento 5 Stelle.

Si tratta di accuse pesanti nei confronti della Lega a cui ha risposto questa mattina il vice ministro all’Economia Massimo Garavaglia affermando: “Decreto manipolato? Lo conoscevano tutti”. Lo stesso Matteo Salvini ha risposto alle accuse dell’altro vice premier con una battuta al vetriolo: “Non ci sono regie occulte, invasioni degli alieni o scie chimiche. Questo è un governo che non ha timidezze, problemi o complotti contro. In consiglio dei ministri c’erano tutti, non c’ero solo io”.

Salvini scarica Di Maio: “Frattura politica”

Non solo il leader del carroccio non rigetta le accuse mosse da Di Maio, ma gli dice apertamente che non ha più intenzione di discutere sul decreto fiscale approvato e firmato: “Io domani sono in Trentino. Non possiamo rifare il consiglio dei ministri ogni quarto d’ora. Quando prendo un impegno, quando firmo un contratto con Di Maio e con gli italiani, lo mantengo. Quando approvo un decreto lo mantengo. Non possiamo ricominciare tutto daccapo. Non si può costruire di giorno e smontare di notte”.

La presa di posizione del ministro dell’Interno non è piaciuta ai rappresentanti del M5S che insistono sull’ipotesi del complotto ed evidenziano come questa decisione porti ad un’inevitabile frattura politica: “C’è stato un tavolo politico in cui l’accordo raggiunto prevedeva nessun condono penale e niente scudo fiscale sui capitali esteri. Adesso Garavaglia e la Lega ci dicono che approvano una norma che introduce condoni penali e scudi fiscali per capitali all’estero? Allora c’è un problema politico”, ha infatti sottolineato Laura Castelli.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews