Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

“Vai in fondo, sei di un altro colore”: episodio di ordinario razzismo da Trento, su un bus diretto a Roma

CONDIVIDI

Giunge da Trento una vicenda aberrante, che ci riporta indietro di almeno mezzo secolo: secondo quanto riportato da una giovane ragazza attraverso un post su Facebook, poi divenuto virale, una donna di circa 40 anni avrebbe impedito ad un ragazzo di colore di sedersi nel posto assegnato accanto al suo, indirizzandosi nei suoi confronti con parole quantomeno censurabili (“Qui no, vai via, vai in fondo, sei di un altro colore e di un’altra religione”).

La vicenda è avvenuta martedì scorso e ha visto come protagonista il 25enne Mamadou, da 15 a Bolzano (dove lavora regolarmente per un’azienda che monta forni): il ragazzo, fornito di regolare biglietto, è salito su un mezzo della Flibux che lo avrebbe dovuto portare a Roma per incontrare un amico. Dinnanzi al palese razzismo della donna, il ragazzo è scoppiato in lacrime: “Non faccio nulla di male. Non sono cattivo. Voglio solo sedermi e riposare perché sono stanco”.

Per risolvere la situazione è dovuta quindi intervenire la polizia, chiamata dall’autista: le forze dell’ordine hanno quindi identificato la donna che ha pronunciato le frasi razziste e il viaggio è potuto proseguire quindi grazie alla studentessa ferrarese che ha riportato la vicenda e che ha cambiato il proprio posto per favorire la risoluzione del problema.

Circa l’accaduto, la Flixbus ha diramato un comunicato per condannare la vicenda: “Ci rincresce che un simile episodio si sia verificato a bordo di un nostro autobus, come operatori della mobilità, da sempre ci impegniamo a garantire a chiunque la possibilità di viaggiare e ricongiungersi coi propri cari, e così continueremo a fare”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News.
Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews