Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Potere al Popolo in assemblea. Viola Carofalo: “Creare una vera alternativa rispetto a Salvini e rispetto a Renzi”

CONDIVIDI

20 e 21 ottobre 2018 sono stati giorni particolarmente intensi per i militanti di tre forze politiche tricolore.

Oltre alla Leopolda di Matteo Renzi e alla kermesse del Circo Massimo degli attivisti del Movimento 5 Stelle, infatti, a Roma si è svolta la “due giorni” di Potere al Popolo, forza politica di sinistra che ha ottenuto un l’1,1% delle preferenze alle scorse nazionali ma che sta vedendo crescere il proprio peso nei sondaggi, avvicinandosi al sorpasso (che, bisogna dirlo, è tuto virtuale quando si parla di sondaggi) a LeU, che in Parlamento (per un soffio) c’è entrato. Merito di ciò, la maggior presenza della portavoce Viola Carofalo in Tv, ma anche e soprattutto il lavoro quotidiano dei militanti, protagonisti di moltreplici iniziative sul territorio.

Proprio i militanti di Potere al Popolo – che recentemente hanno votato lo statuto e che a metà novembre sceglieranno le / i componenti del coordinamento nazionale – si sono incontrati a Roma, dove hanno dato vita all’Intifada di Roma a cinque “tavoli di lavoro” durante i quali si è dibattuto di cinque tematiche (Ambiente e territorio; Mutualismo, accoglienza, immigrazione, sicurezza; Lavoro e redistribuzione della ricchezza; Unione Europea, guerra e internazionalismo; Questioni di genere, laicità e diritti).

Quindi – presso il Teatro Italia, luogo dove circa un anno fa fu sancita la nascita della lista elettorale edove in questa occasione hanno presenziato circa 500 persone (secondo quanto riportato da ‘Blasting News’, da cui riportiamo anche le parole della Carofalo) – si è svolta l’assemblea nazionale, con decine di interventi.

Riportiamo una sintesi di quello di Viola Carofalo, attuale portavoce del Movimento: “Il nostro compito è quello di raccogliere tutte le istanze di chi è deluso dalla Politica, di chi magari ha votato per cacciare qualcuno e non per far salire qualcun altro, o magari ha votato con la speranza di avere un reddito e invece si è ritrovato gli sgravi per le aziende e la pace fiscale“.

“Il fallimento prossimo e annunciato dei sovranisti e delle destre, non deve portare al ritorno di chi finora ci ha affamato e sfruttato: non vogliamo il ritorno della dittatura dell’Europa e dei mercati che sarebbe un ulteriore tragedia e macelleria sociale”.

“La risposta a tutto questo non ce l’ho, va trovata tutti assieme: so solo che non voglio ripetere gli errori del passato di rinchiudersi in una dimensione locale della lotta sociale che non incide veramente […] noi dobbiamo invece creare una vera alternativa rispetto a Salvini e rispetto a Renzi o a chi guiderà il Pd, dobbiamo aprire lo spazio per qualcosa di radicalmente diverso”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews