Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Sedicenne stuprata ed uccisa a Roma, testimone: “L’hanno coperta fino alla testa, un’altra ragazza urlava”

CONDIVIDI

Autopsia dimostra che è stata uccisa e stuprata
La sedicenne morta a Roma, la deposizione del testimone

In un primo momento si era pensato che la morte di Desiree Mariottini, sedicenne trovata morta sabato mattina nello “Stabile della droga” a San Lorenzo (Roma), fosse stata causata da un’overdose, ma i risultati dell’autopsia sul cadavere hanno mostrato che la morte è avvenuta in seguito ad un aggressione e che prima dell’omicidio la ragazza aveva avuto un rapporto sessuale. Da altri esami si scoprirà se il rapporto sessuale sia stato consensuale, oppure se come affermato da un testimone si sia trattato di uno stupro. Ipotesi che offrirebbe anche un movente per l’omicidio successivo.

A fornire ulteriori dettagli su quanto accaduto è stato un ragazzo senegalese entrato nel palazzo la sera prima, intorno alla mezzanotte. Questo ha infatti dichiarato di aver visto la sedicenne sdraiata a terra con una coperta che la copriva fino al viso e ipotizza che già in quel momento Desiree Mariottini fosse morta: “Una ragazza urlava. Ho guardato quella che urlava e c’era un’altra ragazza a letto: le avevano messo una coperta fino alla testa, ma si vedeva la testa. Non lo so se respirava ma sembrava già morta, perché l’altra ragazza urlava e diceva che era morta”, ha dichiarato il testimone alla polizia, aggiungendo che sempre l’altra ragazza sosteneva che gli assassini l’avessero prima stuprata. Infine pare che l’altra ragazza abbia detto che erano state 4 persone a fare scempio del corpo della sedicenne.

Sedicenne stuprata e uccisa a Roma: le parole di Salvini

Il vice premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato questa mattina ad Rtl.102.5  le notizie riguardanti il caso della sedicenne: “Avete visto la ragazzina di 16 anni uccisa in quel covo a San Lorenzo? Io oggi ci vado, è in centro a Roma: non possono esserci buchi neri”. Il leader della Lega ha anche lanciato una frecciata al Movimento 5 Stelle, aggiungendo che da loro si attendeva di più nella gestione della Capitale, ma che comprende che si tratta di una gestione difficile.

Questa dichiarazione ha generato la risposta del sindaco Raggi la quale ha invitato Salvini a fare un giro a Roma con lei per vedere quali e quante sono le criticità: “Accompagnerò il ministro Salvini a conoscere Roma in modo che si possa passare finalmente dalle parole ai fatti”. Nel frattempo il ministro dell’Interno è giunto nel palazzo in cui si la ragazza è stata uccisa e dopo esserne uscito ha promesso: “Recupereremo la legalità via per via, quartiere per quartiere, vengo qua da ministro e mi impegno a riportare legalità e tranquillità, non solo qui, dopo anni di nulla, se non di complicità”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews