Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

28 Ottobre, torna l’ora solare: a che cosa serve esattamente?

CONDIVIDI

L’ora solare torna il 28 ottobre: modalità e storia di una convenzione

Torna l'ora solare

Ci stiamo preparando a vivere un nuovo inverno e, come sempre succede alla fine di ogni anno, sta per tornare in vigore l’ora solare. Nella notte tra 27 e 28 ottobre 2018 (quindi tra poche ore) si dovranno portare le lancette dell’orologio indietro di un’ora.

Ma a cosa serve l’ora solare? Cosa la differenzia dall’ora legale? Scopriamo insieme le modalità e la storia di quest’alternanza dovuta all’adozione di un assunto puramente convenzionale, adottato per “recuperare” ore di luce e risparmiare nei consumi.

Ora solare, di Benjamin Franklin l’idea di introdurre l’ora legale

Torna l’ora solare: stanotte, come di consueto intorno alle ore 03:00, gli orologi dovranno tornare indietro di un’ora. Come sempre, sarà l’ora legale a lasciare il passo a quella solare. Da dove nasce l’idea di quest’alternanza? Scopriamone un po’ la storia.

L’impiego dell’ora solare, cioè la scansione delle nostre giornate dettata dalla “nascita” e dalla “morte” del sole, è rimasto incontrastato fino al superamento della Prima Guerra Mondiale. Da un secolo, quindi, l’ora solare si alterna alla convenzionale ora legale. Ma l’idea nacque ben prima: siamo nel 1784 e Benjamin Franklin trovò allora il modo per rendere lavorative anche le ore di luce che normalmente venivano perdute.

Il geniale inventore si era accorto di come l’uomo, una volta compiuto appieno il miracolo della prima rivoluzione industriale, “sprecasse” ore di lavoro assecondando il regolare ciclo compiuto dalla luce del giorno. La soluzione era semplice: spostare le lancette dell’orologio e portarle un’ora indietro, in modo tale da iniziare prima la giornata e sfruttare proficuamente tutte le ore di luce, prima del calar della notte.

Ci volle, tuttavia, molto tempo prima che si decidesse di rendere operativa la sua trovata: il primo Paese ad adottare il provvedimento, nel 1916, fu la Gran Bretagna; seguirono altri Stati, tra cui l’Italia, e poi tutta l’Europa a partire dal 1966. Da quel momento in avanti l’ora solare e l’ora legale si “spartiscono” l’anno, restando in vigore durante il periodo invernare la prima e durante i restanti mesi la seconda.

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews