Home Spettacolo

Addio ad Apu dei Simpson, personaggio vittima del politically correct

CONDIVIDI

I Simpson perdono il personaggio indiano di Apu: tutta colpa del razzismo

Addio ad Apu de I Simpson

Dopo 31 anni di programmazione, i Simpson stanno per dire addio ad uno dei personaggi più amati dello storico cartone animato: l’indiano Apu, proprietario del Jet-Market nel quale Homer Simpson (e non soltanto lui) spesso si rifornisce.

Tutta colpa di un documentario che avrebbe additato il personaggio etichettandolo come “espressione del razzismo più becero”. Gli autori starebbero, quindi, pensando di correggere il tiro e di eliminare Apu dalle prossime puntate della serie.

Apu lascia Spriengfield ed il Jet-Market, i Simson rivoluzionati dopo le accuse di razzismo

Dopo 31 anni di programmazione, i Simpson stanno per dire addio ad uno dei personaggi più amati dello storico cartone animato: l’indiano Apu, proprietario del Jet-Market nel quale Homer Simpson (e non soltanto lui) spesso si rifornisce.

Tutta colpa di un documentario intitolato “Il Problema Con Apu” che avrebbe additato il personaggio etichettandolo come “espressione del razzismo più becero”. Gli autori starebbero, quindi, pensando di correggere il tiro e di eliminare Apu dalle prossime puntate della serie.

Apu lascia Spriengfield e il Jet-Market, i Simson rivoluzionati dopo le accuse di razzismo

Addio ad Apu de “I  Simpson”? Sembrerebbe proprio di sì. La decisione sarebbe stata presa dagli autori del famoso cartone animato che già dalla scorsa primavera si stanno occupando di fronteggiare le critiche rivolte contro tale personaggio.

Secondo le idee espresse in un documentario, infatti, il personaggio di Apu sarebbe offensivo in quanto caricatura degli Indiani in America. A dominare le fattezze di Apu dei luoghi comuni che sono stati definiti come “beceri”: si va dal lavoro sottopagato all’inglese parlato in maniera incerta, passando per la quantità di figli (ben otto gemelli in questo caso).

Le preoccupazioni espresse da Hanri Kondabolu, regista indiano del documentario, che è arrivato anche a parlare di un razzismo misero capace di “erodere i fondamenti del vivere civile”, avevano lasciati allibiti sia Matt Groening sia tutto il resto della sua squadra.

Nonostante si stia facendo polemica su un personaggio nato ben 28 anni fa, in un periodo ancora abbastanza lontano rispetto allo scoppio delle emergenze più allarmanti della società attuale, il produttore Adi Shankar ha deciso di attuare un’eliminazione- graduale- del personaggio di Apu.

Si è giunti a questa decisione dopo un concorso pubblico, indetto per trovare una soluzione e dare dei nuovi tratti ad Apu. La soluzione, cioè quella di trasformare il proprietario del Jet-Market in un uomo d’affari, non è stata accettata. Gli sceneggiatori preferiscono l’eliminazione totale per evitare le polemiche.

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews