Home Sport

Muore sul ring sotto i colpi dell’avversario. Addio al grande pugile italiano

CONDIVIDI

daghio ring
Christian Daghio muore sul ring

E’ morto facendo ciò che più amava al mondo. Si è spento all’età di 49 anni Christian Daghio, vincitore di sette titoli mondiali di thai boxe e ancora una volta sul ring per quella che era la sua enorme passione.

Daghio, originario di Carpi (Modena), stava disputando un incontro per il titolo mondiale di boxe (pesi supermedi). Il match, che si è svolto venerdì 26 ottobre a Bangkok, ha visto l’italiano soccombere sotto i colpi dell’avversario.

Daghio è riuscito a resistere per 12 riprese, prima di crollare a trenta secondi dal gong finale. I traumi riportati durante l’incontro hanno reso necessario il trasporto in ospedale del 49enne, le cui condizioni sono apparse subito molto critiche.

Il fratello: “E’ morto come voleva, combattendo”

I medici dell’ospedale thailandese hanno fatto di tutto per salvare la vita del pugile modenese, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Daghio, che era tornato sul ring di recente dopo essere rimasto fermo per circa un anno, vanta tra i suoi successi anche un europeo, oltre a tre bronzi fra europei e mondiali con la nazionale. In totale, il 49enne è riuscito a prevalere in 142 incontri su 186. Nel pugilato invece vantava 31 vittorie su 31, 27 di queste per ko.

“E’ stato un combattimento leale – ha detto il fratello Fabrizio a il Resto del Carlino – Era caduto una prima volta, qualsiasi altro pugile si sarebbe arreso. Ma lui non mollava mai. E’ morto come voleva: combattendo”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: