Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

La tomba di Ebba, vittima del terrorismo, viene profanata 30 volte: la denuncia del padre   

CONDIVIDI

La tomba di Ebba profanata. Lo sfogo di suo padre

In Svezia è diventato virale un post di Facebook dove il padre di Ebba Åkerlund, piccola vittima del terrorismo di soli 11 anni, si sfoga contro il sistema giudiziario e le politiche migratorie svedesi.

La piccola Ebba e la sua tomba profanata

L’uomo è esasperata: è la trentesima volta che un uomo profana la tomba di sua figlia, una delle vittime dell’attentato terroristico di Stoccolma, in Svezia, avvenuto il 7 aprile 2017, ad opera di Rakhmat Akilov, richiedente asilo uzbeko la cui richiesta di asilo era stata rigettata. 

La bimba è deceduta travolta dal camion del terrorista sul’arteria pedonale Drottninggatan. La sua tomba di si trova nel cimitero di Adolf Fredriks, a poca distanza da Drottninggatan, dove perse la vita. Secondo il padre, a danneggiare la tomba è un immigrato sul quale grava un ordine di espulsione, ma la polizia “non farebbe nulla per mandarlo via dalla Svezia”. 

La tomba profanata 30 volte, la polizia non fa nulla

Ora, neppure da morta, Ebba può riposare in pace. Come denuncia il padre Stefan Ebbas Pappa infatti la tomba della bambina viene profanata continuamente e sistematicamente. Già a luglio di quest’anno la tomba era stata violata e rovinata, e degli ornamenti erano stati rubati, addirittura la lapide rotta. I genitori hanno denunciato il fatto alla polizia, che secondo loro non fa nulla a riguardo, pur sapendo chi sarebbe il colpevole.

Il padre di Ebba lamenta che quest’uomo è libero di continuare a profanare la tomba della figlia senza mai essere espulso: la polizia si limita ad arrestarlo, e a rilasciarlo dopo un’ora. 

“Come può una persona condannata a non tornare in Svezia prima del 27/2/2019 non aver mai lasciato il paese? (Quest’uomo) È stato arrestato un certo numero di volte senza che la sentenza venisse eseguita” lamenta il padre di Ebba in un post diventato virale su Facebook con quasi 11mila condivisioni.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews