Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

In carcere per aver ucciso la ex compagna, la Corte d’Appello lo assolve: la vicenda

CONDIVIDI

Bruna Bolivio, la donna assassinata 5 anni fa

Antonio Colamonico è l’uomo che ha trascorso più di quattro anni in carcere con l’accusa di aver ucciso la sua ex compagna. I fatti risalgono al 12 dicembre 2013 quando la donna, la 29enne italo-brasiliana di nome Bruna Bolivio, venne assalita ed assassinata nel suo centro estetico sito a Mola di Bari.

Le indagini condotte dagli inquirenti hanno portato all’arresto dell’uomo, condannato a 25 anni in primo grado di giudizio. Una sentenza della Corte di Assise di Appello di Bari ha ribaltato quel verdetto e ha deciso per la scarcerazione di Antonio Colamonico. Vediamo, nel dettaglio, la vicenda.

Accusato di aver ucciso la ex compagna, assoluzione per Antonio Colamonico: non ha commesso il fatto

Antonio Colamonico era stato arrestato nell’aprile del 2014 con l’accusa di omicidio volontario ed incendio doloso. La dinamica dei fatti, così come ricostruita dall’accusa, prevedeva che l’uomo avesse distrutto un centro estetico di Mola di Bari, gestito dalla sua ex compagna (che è anche la vittima di questa storia), appiccando il fuoco: il tutto per nascondere le tracce del delitto appena compiuto.

La vittima è la 29enne italo-brasiliana Bruna Bolivio– uccisa con 20 colpi di forbici e poi strangolata– il 12 dicembre del 2013. Il suo cadavere è stato rinvenuto, una volta domato l’incendio che ha distrutto l’attività della donna, riverso sul pavimento e semicarbonizzato.

La Corte d’Assise d’Appello di Bari ha emesso una sentenza secondo la quale Antonio Colamonico doveva essere liberato per “non aver commesso il fatto”. A quanto sembra, la difesa dell’uomo sarebbe riuscita a dimostrare come la donna non sia morta alle ore 17:00, come era stato stabilito. Alcuni testimoni l’avrebbero vista- ancora in vita- intorno alle ore 18:20 dello stesso pomeriggio. In quel momento Colamonico si trovava in un altro luogo.

Lo sapevamo dall’inizio che era innocente, sono cinque anni che lottiamo e la prima cosa che farò quando andrò a prenderlo dal carcere, sarà portarlo da suo figlio, che oggi ha 7 anni“, ha dichiarato Matteo Colamonico, padre dell’ex imputato. L’uomo- scarcerato ieri- ha potuto riabbracciare la famiglia, e soprattutto la moglie Rossella ed il figlioletto.

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews