Matteo Salvini ‘Alla lavagna’: è polemica per il vicepremier alla prima del nuovo programma di Rai 3

Salvini 'Alla Lavagna', polemichePolemiche per la presenza di Salvini al nuovo programma di Rai 3 ‘Alla Lavagna’

Da qualche tempo a questa parte i vertici della Rai stanno cercando di innovare l’offerta del terzo canale della Tv pubblica. Nel progetto di rinnovamento si inserisce anche il nuovo programma della fascia pre serale ‘Alla Lavagna’. Si tratta di un programma in cui degli ospiti appartenenti a varie categorie professionali rispondono per 20 minuti alle domande di una classe formata da bambini delle elementari.

Il format non sembra innovativo, anzi per dirla tutta si tratta di una presa in prestito di ‘Au Tableau’ (alla lavagna in francese), programma ideato da Caroline Delange nel 2017 in occasione delle elezioni presidenziali in Francia. In quel programma presero parte tutti i candidati alla poltrona dell’Eliseo, un modo diverso di presentare i programmi politici ai più piccoli. Il corrispettivo di Rai 3 non dovrebbe coinvolgere solo politici, ma per la prima puntata ha in effetti ospitato il vice premier Matteo Salvini, una scelta considerata propagandistica a priori e, con le dovute ragioni, anche al termine del programma.

Alla Lavagna, le domande per Salvini erano pilotate?

Ciò che ha fatto sorgere le polemiche sono state le domande che i bambini hanno posto al ministro dell’Interno. Queste, infatti, sembravano preparate da persone più grandi per spingere le posizioni del leader leghista piuttosto che frutto della reale curiosità dei bambini. Ad esempio la prima domanda posta da Sofia è stata questa: “I grandi dicono che non si devono dire bugie” esordisce con candore la piccola che poi fa notare come allo stesso tempo ci siano in giro tante “Fake News” e quindi chiede a Salvini cosa si può fare per contrastarle. La risposta è prima una soluzione “Bisogna leggere tanto”, quindi una parziale autoassoluzione: “Qualche bugia scappa”.

Se la seconda domanda sul razzismo (per quanto favorevole a mettere in buona luce il buon ministro) potrebbe far ricredere sull’autenticità delle domande, l’ultima domanda è quella che toglie ogni dubbio sul fatto che le curiosità dei bambini fossero in realtà indotte. Un bambino gli chiede infatti di spiegare cos’è il sovranismo (alzi la mano chi in questo periodo ne ha un’idea chiara), una parola che solitamente non circola tra le aule delle elementari, e il vice premier risponde con semplicità: “Quando alla fine la scelta deve spettare ad ognuno di voi”. Lecito che a fine puntata sul web in molti si siano lamentati di un fine propagandistico riguardo alla partecipazione di Salvini al programma, si spera solo che nelle prossime settimane si possa trovare un equilibrio, magari con la partecipazione di qualcuno appartenente all’opposizione.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews