Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Giovane madre uccisa e sepolta dai suoceri: volevano la custodia dei nipotini 

CONDIVIDI

Giovane madre uccisa dai suoceri per la custodia 

Giovane madre uccisa dai suoceri: volevano la custodia dei nipotini Uccisa e strappata dai suoi figli dai suoceri, che volevano la custodia dei nipotini. Questa è stata la tragica fine di una giovane madre brasiliana, Marcia Martins Miranda, assistente sociale. La donna, che viveva a Rio Pequeno (distretto di San Paolo) in Brasile, e madre di due figli, era scomparsa nel nulla ad ottobre.

Aveva lasciato i suoi due bambini ed era sparita, nessuno riusciva a trovare Marcia. La donna, 41 anni, sembrava scomparsa nel nulla. Fino a che il suo corpo senza vita è stato trovato sempre in quella città dove viveva, in un edificio abbandonato, il 5 novembre. 

Una scoperta straziante per la famiglia di Marcia Martins Miranda, che qualche mese prima si era separata dal marito. Ma ancora più terribile è stato scoprire che gli artefici della morte di Marcia sono stati i genitori dell’ex marito. 

Ammazzata per avere la custodia 

I suoceri volevano a tutti i costi la custodia dei due bambini di Marcia Martins Miranda. Per questo, sapendo che lei non gliel’avrebbe mai concessa, il 2 ottobre scorso hanno fatto sparire la giovane madre che era appena uscita di casa, dopo aver salutato i figli di 4 anni e 9 mesi. 

La donna però non ha mai raggiunto il Centro de Referência Especializado de Assistência Social di Butantã dove lavorava. Strano, per una donna puntuale e precisa come lei. Marcia non si trovava: sono passati i giorni, le settimane, i mesi.

Alla fine, il 5 novembre, il suo corpo è stato trovato per caso in una casa disabitata in Rua Angelina Russo, sempre in Barrio Rio Pequeno. La polizia ha aperto un fascicolo per omicidio, ed ha scoperto che l’edifico era stato affidato, qualche tempo prima, dai suoceri della donna. 

I due hanno premeditato tutto 

I suoceri della giovane madre, Fernando Antonio Martins de Oliveira, 62 anni e la moglie Maria Izilda Pereira Miranda, 60 anni, erano in cattivi rapporti con la donna. Non accettavano che potesse rifarsi una vita lontana da loro figlio e tenendo i due nipoti lontani da loro. Volevano la custodia a tutti i costi quindi hanno progettato di eliminare Marcia. 

Le hanno teso una trappola il giorno in cui è scomparsa. L’hanno attirata nella casa disabitata, l’hanno colpita in testa, strangolata e seppellita ancora viva sotto una lastra di cemento. I due ora sono in carcere con l’accusa di sequestro di persona, omicidio ed occultamento di cadavere. L’ex marito di Marcia non sarebbe coinvolto nel caso. 

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews