Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Amir, calciatore, picchiato dal branco a Napoli. L’allenatore: “Aggressione razzista. Renderete conto a Dio” 

CONDIVIDI

Amir, calciatore, picchiato da teppisti: “Razzismo”

Amir, calciatore, picchiato da un gruppo di teppisti- “Aggressione razzista. Renderete conto a Dio” -minSi chiama Amir Gassama, ha 19 anni, è un calciatore originario della Guinea, attaccante del Gragnano, ed è stato vittima di un brutto pestaggio avvenuto in piazza Carlo III a Napoli.
L’episodio è stato denunciato su Facebook dal ‘babbo’ adottivo di Amir, l’allenatore del Gragnano, Rosario Campana. 

Secondo Campana, Amir Gassama è stato vittima di un’aggressione razzista, sarebbe stato aggredito perché nero.
La prima ricostruzione dei fatti ha stabilito che Amir è stato picchiato dopo essere stato accerchiato da un gruppo di persone mentre stava passeggiando, sulla via del ritorno a casa. 

Aggredito da un gruppo mentre tornava a casa 

Fortunatamente, Amir se l’è cavata solo con qualche graffio, i vestiti strappati e molto spavento. Avrebbero potuto andare diversamente. Amir è confuso, ricorda vagamente l’aggressione. “Erano tanti, non so nemmeno di preciso quanti” racconta il ragazzo.

Gli è arrivato un pugno in faccia, dal nulla, senza ragione. Non una parola, non una provocazione, non uno scontro verbale prima dell’attacco. Poi un calcio allo stomaco.Non ho avuto paura. Anzi sì, un pochino in realtà ne ho avuta. Lo so che a Napoli non sono tutti così. Ma non capisco perché mi è successo tutto questo” racconta il 19enne. Amir ricorda: “Non so perché lo hanno fatto, ricordo di aver avuto la forza di chiamare babbo e di chiedergli aiuto. Poi sono riuscito a liberarmi e sono scappato. Volevo solo tornare a casa”. 

Le parole del suo allenatore 

Il suo ‘babbo’ è Rosario Campana, l’allenatore del Gragnano che l’ha accolto in casa come un figlio e che ha denunciato il fatto. Campana non ha dubbi: l’aggressione è su base razziale. “Amir è stato aggredito e picchiato nei pressi di piazza Carlo III da un gruppo di ragazzi razzisti” ha commentato Campana su Facebook.

“Solo perché è di pelle nera. Non esiste ragazzo più buono di lui. Luridi porci, renderete conto a Dio. A noi non toglierete mai il sorriso. Ringrazio Gaetano Di Liddo ed i suoi amici per essere subito intervenuti. Sono nauseato da questo mondo”. 

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews