Home Tempi Postmoderni Tech & Web

Whatsapp verso la desertificazione: le pubblicità video stanno già facendo scappare lo staff

CONDIVIDI

WhatsAppWhatsApp perderà tutti i clienti? Le pubblicità stanno facendo scappare lo staff

Il prossimo aggiornamento di WhatsApp potrebbe decretare la perdita di molti utilizzatori già a partire dal 2019. Se nel corso di questi anni infatti ci siamo abituati a ricevere dei miglioramenti costanti delle funzionalità dell’app di messaggistica istantanea, il prossimo aggiornamento aggiungerà sì la possibilità di creare degli status personalizzati in stile Snapchat (dei mini video che si cancellano con il passare delle ore), ma includerà anche una feature conosciuta come “Status ad”, ovvero una pubblicità video mirata che apparirà nello “Status tab“, ovvero nello spazio solitamente dedicato alla registrazione degli status video.

Le pubblicità hanno convinto i creatori di WhatsApp ad abbandonare l’azienda

In attesa di capire quale sarà la risposta dell’utenza ad una simile intromissione nel quotidiano, alcune delle figure chiave dell’azienda hanno già deciso di abbandonare il progetto poiché si trovano moralmente in disaccordo con la scelta di introdurre le pubblicità nella loro creazione. Nel corso di queste settimane, infatti, Brian Acton e Jan Koum (co-fondatori di WhatsApp) hanno già abbandonato l’azienda e presto a loro si unirà anche Neeraj Arora (il businness executive).

Recentemente Acton, secondo quanto riportato su ‘Metro.co.uk‘, ha dichiarato: “Le pubblicità mirate mi rendono infelice. Lo hai costruito sin da principio, lo hai visto diffondersi ovunque in ogni parte del mondo. Non c’è la necessità di una sofisticata forza di vendita”. Quindi più in generale riferendosi alla strategia commerciale di Facebook ha aggiunto: “Rappresenta un insieme di pratiche di commercio, etiche e di principio, e di politiche con cui non mi devo trovare necessariamente d’accordo”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews