Home Notizie di Calcio e Calciatori

Massimo Ferrero nei guai: avrebbe sottratto 1,2 milioni di euro alla Sampdoria. Sequestrati beni per 2,6 milioni (a lui e altri cinque indagati)

CONDIVIDI

ferrero con la sciarpa della sampdoriaGuai per Massimo Ferrero, eccentrico proprietario, presidente e amministratore finanziario e delegato della Sampdoria nonché imprenditore di lungo corso.

Secondo quanto riferito stamane da SportMediaset.it la Guardia di Finanza starebbe eseguendo un decreto di sequestro nei suoi confronti, emesso dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della locale Procura.

Ferrero – non nuovo a problemi giudiziari di vario tipo (basta guardare la pagina di Wikipedia dedicatagli per rendersene conto) – sarebbe coinvolto in un’indagine del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria e i reati ipotizzati sarebbero appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita.

Accuse gravi che avrebbero portate al sequestro di beni e disponibilità finanziare del valore complessivo di oltre 2,6 milioni di euro.

Secondo quanto riportato da Lettera 43: le indagini sarebbero partite dall’analisi di alcune transazioni finanziarie anomale da parte delle società del gruppo Ferrero. Secondo l’ipotesi degli inquirenti dalle casse della Sampdoria sarebbe spariti 1,2 milioni, legati alla cessione al West Ham di Pedro Obiang (avvenuta nell’estate del 2015). Il denaro sarebbe stato quindi successivamente riutilizzato per sanare debiti di altre imprese del gruppo e per finanziare un film prodotto da altre due società, ricollegabbili al Viperetta.

Oltre a Massimo Ferrero, risutano indagate altre cinque persone (coinvolte a loro volto in questo sequestro).

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: