Home Cultura

Chi è Michela Murgia, autrice del fascistometro di cui tutti parlano?

CONDIVIDI
Chi è Michela Murgia
(Facebook)

Chi è Michela Murga, autrice del fascistometro?

Di recente Michela Murgia, scrittrice di saggistica e narrativa italiana, è balzata agli onori della cronaca per aver creato il “Fascistometro“, un questionario di 50 domande che ci permette di capire se il nostro modo di pensare è allineato ad alcune tipiche caratteristiche del pensiero del ventennio.

Nata a Cabras (Sardegna) nel 1972, Michela ha coltivato la passione per la scrittura ma le contingenze della vita l’hanno portata a dedicarsi a tutt’altro lavoro. Nei primi anni del 2000, infatti, la ragazza era operatrice del call center della ‘Kirby’, un lavoro che la opprimeva ma che al contempo ne ha liberato la creatività. In quel periodo Michela ha cominciato a riportare le esperienze lavorative in un blog: in quelle pagine telematiche si poteva assistere alla manipolazione mentale e alla vessazione economica e sociale a cui erano costretti i lavoratori. Il blog ebbe un successo tale che Einaudi decise di pubblicarlo come libro intitolato ‘Il mondo deve sapere‘. Da quella esperienza è stato creato anche uno spettacolo teatrale omonimo ed è cominciata la carriera da scrittrice di Michela.

L’opera di maggior successo finora (sia dal punto di vista della ricezione da parte della critica che da quello delle vendite) è ‘Accabadora’, primo romanzo della scrittrice edito sempre da Einaudi nel 2009. Con questa opera di narrativa la Murgia ha ricevuto il premio Dessì nel settembre dello stesso anno e altri premi nel corso di quello successivo. Il romanzo è stato tradotto in diverse lingue ed è stato un successo commerciale. Dopo varie pubblicazioni e diversi lavori come sceneggiatrice televisiva e di teatro, la scrittrice è tornata a far parlare di sé con il suo ultimo libro ‘Istruzioni per diventare fascista’.

Cos’è il Fascistometro?

Come anticipato poco sopra, il fascistometro è una specie di questionario composto da 50 pensieri che permettono di valutare quanto si è nostalgici del ventennio. Il test non funziona a risposta multipla, ma chiede al partecipante di scegliere alcune frasi che ritiene sensate e condivisibili. In base ai pensieri scelti viene indicato alla fine il tuo livello di fascismo interiore.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram