Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Uccise e smembrò tre bambini, il mostro potrebbe essere presto rilasciato

CONDIVIDI
il mostro sarà presto rilasciato
(Metro.co.uk)

Uccise e smembrò tre bambini: il mostro sarà presto rilasciato

Ad inizio anni ’70 gli omicidi di David McGreavy hanno scosso l’opinione pubblica a Worechester (Gran Bretagna). L’uomo aveva accettato di tenere a bada i figli dell’amica e coinquilina Elsie Urry, mentre questa era fuori, ma in quelle ore David ha ucciso, smembrato e torturato i tre bambini. Il più grande dei tre Ralph (4 anni) è stato soffocato, la sorella Dawn (2 anni) è stata trovata con la gola tagliata, mentre la più piccola Samantha (9 mesi appena) è morta a causa di un forte trauma alla testa, il suo cranio presentava delle fratture multiple. Dopo aver compiuto gli efferati omicidi, l’uomo ha appeso i corpi dei bambini sulla pali che componevano la staccionata che delimitava il giardino. McGreavy è stato condannato all’ergastolo nel 1973 ed oggi, 45 anni dopo la sua incarcerazione potrebbe essere rilasciato.

La mamma dei bambini chiede l’assassino dei suoi figli non venga rilasciato

Informata della possibilità che McGreavy possa essere rilasciato, Elsie ha dichiarato al ‘The Sun‘ di essere assolutamente scossa da questa decisione. La donna ha detto al tabloid che: “Quanto fatto da quell’animale ai miei bambini non è dissimile dagli omicidi dei Moor. Ma Ian Brady e Mira Hindley non hanno mai lasciato la prigione prima di morire, perché lui dovrebbe?”, si chiede la donna ancora devastata dal dolore, aggiungendo infine: “Nonostante le mie suppliche di tenerlo in carcere, adesso sono stata definitivamente tradita”. Secondo quanto si apprende dai quotidiani locali, infatti, l’avvocato dell’uomo ha richiesto la libertà sulla parola ed è atteso al giudizio della corte prima del rilascio. L’udienza per il rilascio, però, pare che sia una formalità poiché sono state raccolte diverse prove che dimostrerebbero come McGreavy sia cambiato e non sia più un pericolo per la società.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram