Home Tempi Postmoderni Curiosità

Hitler è scappato con la macchina del tempo durante la Seconda Guerra Mondiale?

CONDIVIDI

Secondo quanto riportano fonti esclusive dell’edizione online del noto giornale inglese Daily Star, pare che ci siano grandi rivelazioni per quanto riguarda il nazismo ed importanti eventi accaduti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il leader della Germania dell’epoca Adolf Hitler avrebbe infatti testato una sorta di macchina del tempo in una struttura definita come ‘The Henge‘, una miniera di carbone in Polonia nella città di Ludwikowic. Chi crede in questa ‘antologica’ teoria è convinto che ‘The Henge’ fosse strettamente sorvegliata dall’esercito nazista durante il conflitto mondiale, lasciando così perplessi sul perchè una struttura apparentemente innocua fosse in realtà protetta con la massima priorità e un numero di persone presente sbalorditivo.

Il Daily Star Online ha ottenuto riprese e filmati del programma ‘Ancient Aliens‘ che andrà in onda questa sera e tratterà questo interessante argomento in modo molto approfondito.

Il dottor Steven Greer ci spiega infatti come ci siano innumerevoli prove sul fatto che i nazisti stessero lavorando ad un veicolo a forma di campana con un sistema di propulsione elettromagnetico. In questo episodio infatti afferma: “Se prendi il giusto campo elettromagnetico ad altissima tensione e lo sincronizzi in un certo modo, si possono ottenere fenomeni molto strani, come far apparire e scomparire le cose“. Quando ormai la guerra stava volgendo al termine e le forze alleate avevano ormai invaso la Germania, l’intero progetto e il suo leader sarebbero svaniti nel nulla.

Nonostante il generale Kammler fosse stato dichiarato ufficialmente morto nel maggio del 1945, sulla sua scomparsa si sono fatte numerose ipotesi. Quest’ultimo infatti era uno dei criminali di guerra più ricercati e lo scrittore Jim Marrs sostiene che Kammler abbia usato ‘la campana’ per sparire del tutto. Marrs aggiunge a questo proposito: “Kammler stava per disertare per ottenere la totale immunità, ma terminato il conflitto lui è letteralmente scomparso. Penso che abbia usato la macchina del tempo“.

Simone Ciloni