Home Notizie di Calcio e Calciatori

Juventus-Inter, ESCLUSIVO Bordon: “Handanovic super, confido in Perisic stasera”

CONDIVIDI

Mancano poche ore al ‘derby d’Italia’: Juventus-Inter è sempre uno spettacolo imperdibile non solo per le due tifoserie, ma per gli amanti di questo sport in generale. Cristiano Ronaldo contro Maurito Icardi? Sarebbe troppo riduttivo ridurre questa sfida epica ai due bomber; per l’occasione abbiamo deciso di interpellare lo storico portiere dei nerazzurri Ivano Bordon (campione del mondo a Spagna 1982 con la Nazionale italiana e per 13 anni numero uno dell’Inter, dal 1970 al 1983).

In ESCLUSIVA ai nostri microfoni l’ex portierone originario di Venezia si è così espresso a questo proposito…

“Juventus-Inter è una delle sfide più affascinanti dell’intero campionato italiano di Serie A, ma è un match difficilmente pronosticabile. Da una parte vedo favorita la ‘Vecchia Signora’, vista la rosa a disposizione del tecnico Massimiliano Allegri e i valori trasmessi sul campo che hanno portato al primo posto in classifica, dall’altra parte ho visto un’Inter molto combattiva e che non regala nulla agli avversari. C’è stato qualche momento di sbandamento per la banda di Luciano Spalletti, ma ha la grande capacità di reagire nei momenti di difficoltà e ribaltare la situazione. E’ vero che la Juventus sembra imbattibile (e lo è già da diversi anni) e con un asso come Cristiano Ronaldo ha fatto un ulteriore passo in avanti per competere fino in fondo sia in Serie A che soprattutto in Champions League, ma l’Inter ha il dovere di crederci. Dybala e Mandzukic poi sono due fuoriclasse, non è che tutto il gioco della Juventus verta sul fuoriclasse portoghese. Chi può essere decisivo stasera dell’Inter? Icardi è sempre in agguato e sa far male a qualunque squadra, ma io spero che un ottimo giocatore come Perisic questa sera possa fare la differenza dopo qualche prestazione negativa. Politano può essere la sorpresa, è un giocatore molto sottovalutato. Handanovic poi è incredibile, ha una grande esperienza ed è uno dei migliori al mondo nel suo ruolo, come il collega bianconero Szczesny”.

Simone Ciloni