Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Movimento 5 Stelle, deputato disabile passa a Forza Italia: chiesta penale da 100mila euro

CONDIVIDI

Il Movimento 5 Stelle perde pezzi. Stavolta è Matteo Dall’Osso, deputato grillino affetto da Sla, a lasciare il gruppo pentastellato per passare a Forza Italia.

Il deputato disabile – alla seconda legislatura – solo quattro giorni si esprimeva in tutt’altri termini circa l’operato del governo gialloverde:

Oggi con un’intervista a ‘Il Giornale’ ha annunciato il cambio di cascca, dovuto alla bocciatura dei suoi emendamenti sui disabilili.

“Mi sono sentito solo, in parte tradito, umiliato. E mi sono sentito disabile. Mi hanno trattato male”, ha raccontato alla testata fondata Indro Montanelli. Aggiungendo poi: “Gli amici mi hanno sostenuto ma gli onorevoli hanno pensato solo alla politica e non al bene comune”, prima di scendere nei dettagli di quanto successo in Commissione Bilancio:

“Mi era stato chiesto di ritirare i miei emendamenti a tutela dei disabili per parere contrario insieme ad altri già respinti. Uno di questi è stato oggetto di contrattazione. Ho chiesto al gruppo M5s di firmare il mio emendamento, nulla di più, ma dai banchi del governo è stata data indicazione negativa così ho deciso di proseguire grazie alla sottoscrizione di tutte le opposizioni. Poi a seguito del mio intervento e di un accorato appello l’emendamento è stato accantonato con parere favorevole. Ero in parte soddisfatto e felice per il risultato ottenuto proprio nella Giornata Internazionale della Disabilità. Ma nella seduta di martedì 4 quell’emendamento è stato bocciato. L’ho appreso dal verbale della seduta. Sono avvilito ma vado avanti lo stesso per i disabili“.

Come sempre in questi casi, il direttorio pentastellato chiederà a Dall’Osso di pagare una penale da 100.000 euro.

Secondo quanto scritto nel codice grillino, infatti, in caso di “abbandono del gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle e/o iscrizione ad altro gruppo parlamentare sarà obbligato a pagare al MoVimento 5 Stelle, entro dieci giorni dalla data di accadimento di uno degli eventi sopra indicati, a titolo di penale, la somma di euro 100.000,00 quale indennizzo per gli oneri sopra indicati per l’elezione del parlamentare stesso”.

Solo qualche mese fa, Dall’Osso aveva ottenuto la ribalta per un intervento in aula molto duro nei confronti del PD e della Boschi.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram