Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Spray urticante scatena panico: strage in disco durante il concerto di Sfera, 6 morti e 100 feriti

CONDIVIDI

Strage in discoteca ad Ancona, 6 morti

Spray urticante scatena panico: strage in disco durante il concerto di Sfera, 6 morti e 30 feritiStrage in discoteca in provincia di Ancona, durante il concerto di Sfera Ebbasta. Sei persone, di cui cinque giovanissime, sono morte durante un fuggi fuggi generale dalla discoteca, dopo che qualcuno ha spruzzato lo spray urticante. 100 persone sono rimaste ferite, 7 in gravissime condizioni. 

La tragedia è avvenuta nella discoteca “Lanterna azzurra” a Madonna del Piano di Corinaldo (Ancona). Secondo le prime ricostruzioni, improvvisamente si sarebbe scatenato il panico fra la gente che assisteva al concerto di Sfera.

Il fuggi fuggi generale potrebbe essere stato scatenato dallo spray urticante spruzzato da qualcuno durante il concerto. Secondo alcuni testimoni, a spruzzare lo spray sarebbe stata una ragazza.

Le dinamiche dei fatti 

Durante il concerto di Sfera Ebbasta, rapper molto noto fra i giovani, c’erano almeno un migliaio di persone. Improvvisamente però verso mezzanotte qualcuno ha spruzzato lo spray urticante, scatenando il panico. 

La gente ha cominciato a riversarsi verso una delle porte di emergenza che però sarebbe stata trovata, inspiegabilmente, bloccata (ma il questore ha smentito questo fatto). I buttafuori hanno detto alla gente di tornare nel locale. La calca a quel punto si è spostata verso un muretto, e qui diverse persone sono state travolte e schiacciate. I sanitari hanno riscontrato moltissime ferite da schiacciamento. 

Il locale avrebbe tre uscite di sicurezza: una uscita dà su un ponticello che attraversa un piccolo fosso, e che collega la discoteca al parcheggio. Proprio in questo punto si è consumata la tragedia. Quando i ragazzi sono usciti di corsa dal locale, si sono fermati sul ponticello e la balaustra ha ceduto. I ragazzi sono caduti nel piccolo fossato (un metro sotto il ponticello) e sono rimasti schiacciati dagli altri. 

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e le ambulanze del 118. I carabinieri di Ancona stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’evento e di giungere a capire chi ha spruzzato lo spray urticante, senza considerare le conseguenze tragiche del panico. 

Stavamo ballando in attesa che cominciasse lo spettacolo di Sfera Ebbasta, quando abbiamo sentito un odore acre, siamo corsi verso una delle uscite di emergenza ma l’abbiamo trovata sbarrata. I buttafuori ci dicevano di rientrare”. Questo è il racconto di un 16enne rimasto ferito nella calca. Secondo la sua versione, la porta era bloccata e quindi la calca ha cominciato a spingersi di lato, verso il muretto, e molti ragazzi sono caduti nel fossato. La sua ricostruzione ha fatto pensare che le porte erano state bloccate. Tuttavia il questore di Ancona ha smentito questa versione, sostenendo che le porte erano aperte. 

Secondo le prime informazioni, i carabinieri avrebbero acquisito un video girato da una ragazza che era al concerto, e che ritrarrebbe alcuni attimi della tragedia. 

Chi sono le vittime

È stata una vera tragedia. Ben 6 persone hanno perso la vita in questo modo assurdo, cinque erano giovanissimi. 

Le vittime sono due ragazzini e tre ragazze, e la madre di una ragazzina che era al concerto col marito ad accompagnare la figlia. I morti sono due ragazzine di Senigallia di soli 14 anni, una ragazza di Fano di 15 anni, un ragazzo di Ancona di 16 anni, ed una donna di Senigallia del 1979. 

Al momento ci sono 100 feriti circa, 12 persone in codice rosso, 45 in codice verde, 9 codici gialli. 

La dinamica di questa terribile strage ricorda episodi già avvenuti anche in Italia, ma in questi casi c’erano stati solo feriti. Già in occasione di altri concerti (almeno tre) di Sfera, ma anche di Ghali e di Achille Lauro, altri trapper seguiti dai giovani, si erano verificati altri episodi di uso di spray. In quei casi però nessuno era deceduto. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram