Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Morire a causa di un bacio: la vicenda drammatica di Kiara, vittima di un herpes a 13 giorni

CONDIVIDI

Non è la prima volta che si sente di una morte di questo tipo ed è sempre straziante riportarne notizia.

Una piccola di due settimane è infatti morta a causa di un herpes contratto probabilmente in seguito al bacio di un adulto (ed è assolutamente da evitare che un adulto baci un neonato).

E’ la storia della piccolissima Kiara Cummins, morta lo scorso luglio, la cui vicenda viene riportata adesso giacché i genitori – Kelly Ineson e Thomas Cummins – hanno deciso di renderla pubblica per lanciare un appello: “I dottori ci hanno detto che Kiara con tutta probabilità ha contratto il virus attraverso qualcuno che l’ha baciata. Noi siamo stati sempre attenti, cercando di evitare che avesse contatti con chi ci sembrava stesse male o non si fosse lavato le mani. Ci hanno chiesto se qualcuno di noi può averla baciata mentre avevamo l’herpes ma non lo abbiamo fatto, non lo avremmo mai permesso. Ripenso a ogni più piccolo dettaglio, cerco disperatamente di trovare una risposta a quello che è acceduto ma non credo ci riuscirò mai e questo mi sta uccidendo”, sono le parole della madre rilasciate al ‘Mirror’ e rilanciate quest’oggi da ‘Today’.

Kelly ha quindi proseguito il racconto: “Ero così felice per i suoi progressi, così come lo erano i dottori (la piccola Kiara aveva infatti passato un periodo in incubatrice, dopo un parto difficile, ndr). Sembrava andasse tutto bene. Aveva delle belle guanciotte rosa e stava prendendo peso. Si stava rimettendo a casa”.

La situazione rosea è durata però poco: Kiara ha quindi iniziato a perdere peso rapidamente finché i medici hanno scoperto che la piccola aveva contratto l’herpex simplex.

Un banale herpes che ad un adulto non causa altro che un fastidio passeggero, ma che oer un bambino con un sistema immunitario debole può essere mortale.

Così Kiara è morta a soli 13 giorni ed adesso i genitori di Kiara, assieme all’Herpes Viruses Association, si muovono per sensibilizzare ed evitare che possa accadere ancora qualcosa del genere: “Per favore, non baciate i bambini. Potreste avere una forma di herpes così leggera da non esservene accorti ma infettare comunque un neonato”, è l’appello di Marian Nicholson, della Herpes Viruses Association.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram