Paul McCartney morto e sostituito da un sosia? i cospirazionisti rivelano la sua identità

paul mccartney

Paul McCartney è morto ed è stato sostituito da un suo sosia? E’ quanto sostengono alcuni cospirazionisti che hanno esposto la loro teoria legata al presunto decesso del leggendario frontman dei Beatles che sarebbe avvenuto nel 1966. Un incidente fatale lo avrebbe strappato alla vita e, secondo i cospiratori, quello presente sul palco oggi non sarebbe altri che un sostituto dello storico cantante che avrebbe preso il suo posto dopo il sinistro stradale avvenuto, sostengono, proprio durante l’età d’oro della band.

La teoria della morte di McCartney

Ma il tassello mancante della teoria cospirazionista è appunto l’identità del sosia di McCartney che di recente sarebbe stata rivelata. La ‘leggenda’ vuole che un anno prima dell’ipotetica morte di McCartney venne organizzata dal manager della band Brian Epstei una sorta di competizione per trovare dei membri che, nell’improbabile caso in cui uno dei Beatles fosse morto, avrebbero potuto sostituirli. A quel punto Brian, una volta che, sempre ipoteticamente parlando, il frontman della band è deceduto nell’incidente, avrebbe corrotto polizia e giornalisti perchè chiudessero un occhio, introducendo Shears, questo il nome del sosia, a John Lennon, Ringo Starr e George Harrison in sostituzione di Paul. Da quel giorno Shears inizio ad assumere le sembianze di una delle più grandi rockstardel pianeta.

Chi è il suo sosia?

I teorici ritengono di aver notato una serie di minuziose differenze tra Paul pre-1966 e McCartney del periodo successivo all’incidente, a riprova del fatto che la stella della musica rock sarebbe morta da oltre mezzo secolo. Sul web è stato diffuso anche un video da parte del cospiratore MrSandpit123 nel quale vengono analizzate le differenze di altezza, postura, della struttura facciale e persino il modo con cui tiene tra le mani il suo famoso basso Hofner, nel tentativo di accusare Shears di essere un impostore. “Ho visto abbastanza per convincermi pienamente del fatto che Paul è stato sostituito”, si sente nel video. Già nel 1969 occorre sottolineare che McCartney mise a tacere queste teorie sottolineando, in un’intervista alla Bbc, che “le voci sulla mia morte sono state molto esagerate. Tuttavia se fossi morto sono sicuro che sarei l’ultimo a saperlo”.