Home Tempi Postmoderni

Dal party a luci rosse alla possibile deportazione: i turisti della ‘Sex Island’ rischiano grosso

CONDIVIDI

Sex IslandPossibile deportazione dei partecipanti della ‘Sex Island’: i turisti rischiano grosso

Da qualche mese a questa parte gli organizzatori della Good Girls Company pubblicizzano un party a luci rosse esclusivo che si terrebbe a partire da domani 14 dicembre in un’isola caraibica privata appartenente a territorio di Trinidad e Tobago. La festa in questione è all’insegna dell’eccesso e dello sfarzo: i 30 turisti che vi aderiscono hanno pagato un biglietto da 4.600 sterline per essere portati in un’isola in compagnia di 60 bellissime donne (2 per ogni partecipante) ed è stato promesso loro che parteciperanno ad una settimana di feste a base di alcol, droga e sesso sfrenato (h24).

Tra le varie offerte degli organizzatori ci sarebbero partite di strip tennis ed una partita a golf che permetterà al vincitore di passare una notte con tutte e 60 le ragazze insieme. I partecipanti non conoscono la destinazione finale del loro viaggio, verranno presi dall’aeroporto di Trinidad e Tobago e portati nella fantomatica isola. In questi giorni, però, è sorto un problema, il governo locale è intenzionato a impedire che la festa si realizzi.

Party a luci rosse, il ministro dell’Interno: “Deporteremo i partecipanti”

Una volta scoperto che il fantomatico party si terrebbe in una delle isole di Trinidad e Tobago, il ministro dell’Interno del Paese caraibico, Stuart Young, ha assicurato che la polizia farà di tutto per impedire che la festa a base di prostituzione e droghe abbia inizio. In queste ore la polizia indaga per scoprire su quale isola verrà allestita la festa, nel frattempo i turisti sono stati scoraggiati dal presentarsi all’aeroporto se non vogliono correre il rischio di essere deportati: “Ho richiesto un inasprimento della legge e delle regole di immigrazione per un maggior controllo e per fare capire che un simile evento e azioni illegali di questo tipo non saranno tollerate”.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram