Di Battista era il vero proprietario dell’azienda intestata al padre? Il grillino al centro della bufera

Alessandro Di BattistaDi Battista era il vero proprietario dell’azienda intestata al padre?

Dopo la bufera nata attorno al padre di Luigi Di Maio, reo secondo alcuni ex dipendenti di aver favorito il lavoro in nero, ieri è finito sotto il mirino anche il padre dell’altro leader grillino Alessandro Di Battista: pare che l’azienda intestata a Vittorio Di Battista abbia debiti corposi con i dipendenti (53.370 euro), con le banche (151.578 euro) con i fornitori (135.373 euro) e con lo stato (60 mila euro circa di contributi non versati). Tali dati, pubblicati ieri da ‘Il Giornale‘, si riferiscono al bilancio del 2016 e non è dato sapere se nel 2017 la situazione è stata ripianata o è peggiorata dato che l’azienda Di. Bi. Tec non ha presentato il bilancio relativo all’anno passato. Oggi ‘Il Giornale’ ha rincarato la dose, sostenendo che proprio il politico sia il reale proprietario dell’azienda.

La difesa di Di Battista e la smentita de ‘Il Giornale’

Il rappresentante del Movimento 5 Stelle, in pausa sabbatica dalla politica, ha spiegato che i problemi societari della Di. Bi. Tec sono gli stessi che affliggono migliaia di piccole imprese in tutta Italia. Il post di risposta è stato duramente contestato da un articolo pubblicato in data odierna su ‘Il Giornale’ nel quale viene fatto presente che Alessandro non è solamente socio della azienda, ma anche membro del Cda in qualità di amministratore dal 2005. Insomma si sottintende (in realtà lo si dice a chiare lettere) che Alessandro Di Battista sarebbe il vero gestore dell’azienda.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram