Confessa il 16enne che ha ucciso il clochard Aldo: l’ha ammazzato per sottrargli 25 euro 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:49

Confessa il 16enne che ha ucciso il clochard Aldo

Ha confessato il 16enne rom che ha ucciso il clochard Aid Abdellah, noto come Aldo a Palermo, dove viveva sotto i portici col suo gatto Helios. L’uomo era stato trovato lunedì scorso riverso fra le coperte, con una profonda ferita alla testa.

Confessa il 16enne che ha ucciso il clochard Aldo: l’ha ammazzato per sottrargli 25 euro C’è voluto poco alle autorità per capire che Aldo, il clochard gentile che parlava con tutti e che citava a memoria Dante Alighieri, era stato barbaramente ucciso. Ma perché? I sospetti cadono subito su un gruppo di adolescenti, alcuni poco più che bambini. Negli ultimi giorni vagavano sotto i portici infastidendo i senzatetto di piazza Ungheria. 

Proprio per queste aggressioni contenute, Aldo aveva cominciato da qualche giorno a dormire sotto la telecamera. La telecamera che non è servita a salvarlo, ma che ha filmato il suo omicidio permettendo alla polizia di arrestare un 16enne rom. 

Arrestato 16enne rom, si valuta posizione di 12enne

Il 16enne ha confessato: “L’ho colpito con un pezzo di ferro, ho preso i soldi e sono andato via”. In casa sua la polizia ha trovato oggetti che appartenevano ad Aldo. 

Secondo la ricostruzione, Aldo sarebbe stato ucciso dal 16enne rom ma si valuta che contribuito abbia avuto il comportamento di un altro rom 12enne che era con lui. 

Ora sul posto dove Aldo è morto ci sono tanti fiori. “E dire che se l’assassino glieli avesse chiesti con gentilezza, credo che Aldo glieli avrebbe dati quei soldi” commenta tristemente una signora che passa lì accanto. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram