Papa Francesco durissimo contro i fedeli ipocriti: “Meglio atei che cristiani pro forma”

Papa Francesco duro con i fedeli ipocritiPapa Francesco, parole dure contro i fedeli ipocriti: “Meglio atei”

Nella prima Udienza Generale da Piazza San Pietro di questo 2019, papa Francesco attacca duramente tutti quei fedeli che vanno a Messa con costanza ma che nella vita di tutti i giorni si fanno portatori di odio, andando contro il messaggio stesso che Gesù Cristo ha voluto consegnarci. Su queste persone che del Verbo poco o nulla hanno recepito il Santo Padre dice: “Le persone che vanno in chiesa, stanno lì tutti i giorni e poi vivono odiando gli altri e parlando male della gente sono uno scandalo”, frase che viene completata con una seconda mazzata: “Meglio vivere come un ateo anziché dare una contro-testimonianza dell’essere cristiani”.

Papa Francesco: “Il Vangelo è rivoluzionario”

Le dure parole del pontefice sono tese a far comprendere a questi fedeli che la loro adesione alla religione è ipocrita poiché non ne rispetta i dettami né la finalità. A loro dice anche che lo stesso Gesù prendeva le distanze dagli ipocriti, spiegando che il vero credente non ha bisogno di rendere manifeste le sue azioni caritatevoli né le sue preghiere: “C’è gente che è capace di tessere preghiere atee, senza Dio: lo fanno per essere ammirati dagli uomini. La preghiera cristiana, invece, non ha altro testimone credibile che la propria coscienza”. Nel concludere la propria omelia il Santo Padre spiega che il Vangelo ed i Testi Sacri non possono lasciare indifferenti i veri cristiani: “Dove c’è Vangelo c’è rivoluzione. Il Vangelo non lascia quieti, ci spinge: è rivoluzionario”.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram