Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Alessandro Di Battista, arriva l’affondo di Vittorio Sgarbi: “Non tutela la privacy di suo figlio”

CONDIVIDI

Vittorio Sgarbi contro Alessandro Di Battista: “Sfrutta l’immagine di suo figlio”

Alessandro Di Battista non ha fatto in tempo a tornare in Italia che già si ritrova a doversi difendere da nuove accuse lanciate nei suoi confronti. Prima le polemiche sul suo lavoro da documentarista per Il Fatto Quotidiano (con un piccolo giallo sul suo ingaggio), poi la bufera sui debiti della sua azienda di famiglia e adesso è arrivato l’affondo di Vittorio Sgarbi.

Il celebre critico d’arte, noto per i suoi toni poco pacati e per i suoi comportamenti che rifuggono ogni schema precostituito, ha accusato il grillino di utilizzare l’immagine del figlioletto Andrea– senza minimamente curarsi di tutelarne la privacy- per attrarre consensi politici sulla sua persona. Vediamo come sono andate le cose.

Vittorio Sgarbi contro Alessandro Di Battista, grillino accusato di non tutelare la privacy del figlio

L’esposizione mediatica alla quale Alessandro Di Battista sottopone suo figlio Andrea va contro quella tutela della privacy di un minore che nel nostro ordinamento viene garantito da specifiche leggi.

Ma ci sarebbe qualcosa di ancor più profondo e condannabile nel comportamento tenuto dall’ex parlamentare del M5S: Dibba starebbe utilizzando l’immagine di suo figlio per raccogliere consensi, mostrandosi agli occhi dei suoi sostenitori come un buon padre e un buon politico.

Questo è il contenuto delle parole pronunciate da Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte, eletto deputato in questa legislatura, ha espresso un pensiero preciso nel commentare quanto fatto da Alessandro Di Battista nei mesi scorsi.

Nei 7 mesi che il grillino ha trascorso oltreoceano non ha mancato di mostrare apertamente, in riprese video, la moglie che lo ha seguito in questa avventura ed il loro bimbo. Sempre con un video, intitolato “Di Battista, i social e la privacy dei minori”, è arrivata a mezzo Facebook la risposta di Vittorio Sgarbi.

In qualunque momento esibisce suo figlio, lo fa perché gli vuole bene o perché approfitta di lui che non può reagire?“, “E’ giusto che un padre utilizzi un figlio per propaganda politica o di se stesso, per dimostrare di essere buono?”, ed ancora “Non mi sembrava utile per le mie idee mostrare mio figlio, non mi sembrava logico. A lui sembra utile più che logico o logico più che utile. In ogni caso sfruttare i bambini non è giusto“: sono alcune delle frasi pronunciate da Vittorio Sgarbi nel video che vi riproponiamo.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram