Viaggi nel tempo e vacanze sulla Luna? La scienza smentisce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05

Dai viaggi nel tempo alle vacanze sulla luna, Darryl Dean “racconta” il suo futuro

Viaggi nel tempo e vacanze sulla luna
I viaggi nel tempo e le vacanze sulla Luna di Darryl Dean, l’uomo del 2030

Le sconcertanti dichiarazioni dell’uomo che afferma di venire dal futuro

I viaggi nel tempo esistono davvero? La scienza ha più volte smentito le affermazioni di controversi personaggi che sostengono di provenire dal futuro. Ma c’è ancora chi ci crede; come per esempio Darryl Dean, che ha svelato su Youtube i segreti del “suo” 2025.

Le vacanze sulla luna di Darryl Dean

Come in "Ritorno al futuro" un uomo è convinto di aver viaggiato nel tempo
Viaggi nel tempo e vacanze sulla Luna? Sembra “Ritorno al futuro”, invece qualcuno ci crede davvero

I viaggi nel tempo sono un classico del cinema di fantascienza. E proprio da un film sembrano uscite le dichiarazioni dell’americano Darryl Dean. L’uomo sostiene infatti di provenire dal futuro, più esattamente dal 2025. Come riporta in un articolo il Daily Star, Darryl non si sarebbe “trasferito” nella nostra epoca in modo permamente. La sua è piuttosto una vacanza, nello stile di “Ritorno al Futuro” dove il giovane Marty McFly e Doc Brown scorazzavano tra le epoche a bordo di una DeLorean. Ma mentre “Ritorno al futuro” era dichiaratamente un film, Darryl Dean crede davvero a ciò che ha “rivelato” al canale youtube TV Apex.

L’uomo ha proseguito dichiarando che nel 2025 verrà creata una base turistica sulla Luna, e chi vorrà trascorrere una vacanza alternativa sul nostro satellite potrà farlo. A pagamento, ovviamente; e viene spontaneo chiedersi quanto costerà. Secondo Darryl Dean, tuttavia, la Luna non sarà comunque una delle mete più gettonate. L’umanità, in capo a pochi anni, dovrebbe infatti perdere interesse per i viaggi e le esplorazioni spaziali. Il motivo? L’intelligenza artificiale. I computer e le tecnologie sempre più avanzate, sostiene Darryl Dean, renderanno l’esplorazione dello spazio un concetto ordinario.

Inoltre l’uomo si è detto convinto che tra un paio d’anni non avremo più bisogno di computer e router per accedere al WiFi, ma potremo farlo semplicemente con l’inserimento di un serie di chip nel nostro cervello. E non solo. Il discusso “esperto” di viaggi nel tempo ha rivelato che intorno al 2060 saremo in grado di caricare i nostri cervelli cyborg all’interno di reti neurali ed esplorare realtà interamente virtuali.

Viaggi nel tempo, il Web si divide ma la scienza smentisce

I viaggi nel tempo? Impossibili, lo dice la fisica quantistica
Viaggiare nel tempo? E’ impossibile, parola della fisica quantistica

Come è facile immaginare, le parole di Darryl Dean sono state oggetto di un gran numero di perplessità e critiche. Nonostante l’intervista sia comparsa su un canale Youtube dedicato alle tesi complottistiche più diverse, l’idea che fra solo sei anni sarà possibile andare in vacanza sulla Luna non ha convinto molti. Tuttavia, nelle improbabili dichiarazioni dell’uomo si possono riscontrare alcuni aspetti curiosamente più sensati. Per esempio, è vero che lo sviluppo tecnologico negli ultimi decenni ci ha permesso di ripensare il concetto di spazi e distanze.

Anche il monito sullo sviluppo di realtà virtuali sempre più complesse non è completamente assurda. Basti pensare al fenomeno di comunità come Second Life o la piattaforma di gioco Sims. Semplici giochi, almeno per il momento, ma è certo che le nuove tecnologie ci proietteranno sempre più “dentro” una realtà in cui il confine fra mondo materiale e virtuale è davvero molto labile.

Tuttavia, l’aspetto che ha fatto più discutere il popolo del Web sono state le affermazioni di Darryl Dean riguardo i viaggi del tempo. Tra i commenti c’è chi si dice apertamente scettico, chi sembra disposto a concedere il beneficio del dubbio e chi non ha esitato a bollare l’uomo come l’ennesimo mitomane. Presa di posizione condivisa peraltro da tutto il mondo scientifico. Che ribadisce, ancora una volta, l’assoluta impossibilità dei viaggi nel tempo. Già nel 2015 una serie di esperimenti quantistici condotti dal CNR e dall’Università La Sapienza aveva definitivamente smentito ogni ipotesi del genere. Risultati che non hanno però dissuaso la fervida immaginazione di Darryl Dean e dei suoi emuli.

Tutti pazzi (letteralmente) per i viaggi nel tempo

I viaggi del tempo esistono, ma solo per il Dottore
I viaggi nel tempo esistono. Ma solo in Dr. Who

Di recente c’è stato infatti un grande “revival” dei viaggi nel tempo, soprattutto sul Web e nei social.  Nel 2017 è stato il sito Paranormal Elite ad accendere i riflettori su questo argomento, con l’intervista a un viaggiatore del tempo proveniente dal 2028, di cui vi avevamo già parlato. Noah, l’uomo che millanta di venire dal futuro, ha infatti sostenuto di essere fuggito da una potente organizzazione governativa. E di correre quindi un grave pericolo per la propria incolumità. Interrogato dallo staff di Paranormal Elite, ha profetizzato tra l’altro che nel 2020 Donald Trump verrà rieletto Presidente degli Stati Uniti d’America.

Nel corso dell’intervista, l’uomo ha parlato anche di uno sconvolgimento dei fenomeni atmosferici. Tempeste di neve e terremoti, ma non solo. Anche i tentativi di contatto con fantomatiche civiltà extraterrestri dovrebbero diventare molto più frequenti. Un aspetto su cui entrambi i due viaggiatori del tempo concordano è che l’umanità diventerà sempre più dipendente dalle nuove tecnologie. Soprattutto per quanto riguarda periferiche smart, come ad esempio i Google Glass.

Tuttavia, è importante ribadire che le dichiarazioni di questi personaggi altro non sono che conclamate bufale. Frutto, probabilmente, di frustrazioni represse e una generale insoddisfazione nei confronti del presente, che li spinge a “fuggire” verso nuovi orizzonti. Dove però, a quanto pare, le cose non vanno poi molto meglio.

Cristina Pezzica