Il teologo che corregge il Papa: “Maria e Giuseppe? Non erano migranti, basta falsità” 

“Maria e Giuseppe non erano migranti”

La storia di Maria e Giuseppe come migranti è una narrazione cara ad una certa fetta di preti e non solo, ma non è veritiera. Tutti gli anni però fa capolino, e perfino nelle omelie del Papa la stucchevole narrazione che vorrebbe i genitori di Gesù come migranti colpisce molti.

Anche se è una narrazione falsa, come spiega Padre Tarcisio Stramare, teologo che ha voluto chiarire questo errore che tutti gli anni viene spacciato per verità.

“Chi lo afferma ignora il Vangelo”

Giuseppe e Maria si spostarono, certo, fino a Betlemme. Ma non c’era alcun paragone con i migranti. Infatti i due si misero in viaggio “rispondere ad un censimento che di fatto serviva ai romani a fini fiscali, per riscuotere le tasse in ragione del numero di persone censite. Anzi, il fatto che vi andassero, significa che Giuseppe e Maria erano rispettosi della legge del tempo” spiega Padre Tarcisio Stramare. 

Dire che fossero migranti per cercare di accostare la loro figura alle odierne migrazioni significa strumentalizzare figure religiose per scopi politici.

Chi lo afferma ignora o peggio strumentalizza il Vangelo. Oggi sono di moda i migranti e li si vuole vedere o mettere dappertutto e allora si inventano cose strane, persino con letture inappropriate del Vangelo e della vita dei santi. Accostare Maria e Giuseppe a migranti è fuorviante, certamente segno di scarsa conoscenza. Magari certe affermazioni, azzardate, fanno impressione sulla gente, piacciono, e allora ci si butta. Bisogna essere attenti a non inventare nulla”. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram