Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Terremoto di M 4.1 avvertito a decine di chilometri: ancora paura ai piedi dell’Etna

CONDIVIDI

terremoto ai piedi dell etnaTorna a farsi sentire lo sciame sismico nella zona dell‘Etna. Con un terremoto importante e avvertito dalla popolazione, gran parte della quale svegliata nel cuore della notte: la scossa, come segnala Ingv, ha infatti raggiunto la magnitudo 4.1 della scala Richter e a soli due chilometri di profondità. Un movimento tellurico estremamente superficiale poichè collegato all’eruzione dell’Etna e al movimento di magma nel sottosuolo: da questa attività si è sviluppato uno sciame sismico con una fitta serie di terremoti, uno dei quali ha raggiunto il grado 4.8 della scala Richter provocando danni importanti in diversi comuni della provincia di Catania.

Terremoto avvertito distintamente dalla popolazione

L’epicentro è stato localizzato ad una decina di chilometri da Linguaglossa, Milo e Sant’Alfio e la Protezione Civile si è immediatamente attivata con una serie di verifiche in tutti i paesi prossimi all’area epicentrale, per capire se il terremoto, registrato alle 0.50 del 9 gennaio, abbia provocato danni a cose o persone. Il Dipartimento della Protezione Civile ha però confermato, attraverso un comunicato diffuso poco dopo la scossa, che non si sono verificati danni e che nessuno è rimasto ferito.

Molte segnalazioni sui social

Anche se sono numerose le segnalazioni sui social da parte della popolazione che ha vissuto istanti di terrore nell’avvertire distintamente il nuovo terremoto di uno sciame sismico monitorato 24 ore su 24 e da non sottovalutare. Pochi minuti dopo sempre in Sicilia è stata registrata una scossa di magnitudo 2.7, questa volta in mare aperto e nella provincia di Messina. Si è trattato di un terremoto molto profondo (ipocentro localizzato a 135 KM) e con tutta probabilità non collegato al sisma precedente.