Cesare Battisti, le prime parole dal carcere di Oristano: “Sono malato. Sono cambiato”

Le prime parole di Cesare Battisti dal carcere: da ieri l’ex terrorista è detenuto in Sardegna

Da GDS

La Casa Circondariale di Massama (Oristano) ha aperto le sue porte per permettere all’ex terrorista Cesare Battisti di scontare la sua condanna al fine pena mai. Da ieri Battisti si trova in Sardegna e ha iniziato la sua permanenza in carcere con un regime di isolamento diurno, valido per i primi sei mesi di detenzione.

Dopo anni di battaglie a distanza con il Brasile (che gli concesse l’asilo politico) ed una caccia all’uomo che si è conclusa in Bolivia, il pluriomicida è stato finalmente tratto in arresto ed è arrivato in Italia. Ad assistere al suo arrivo (un momento storico, dopo ben 37 anni di latitanza) c’era anche il Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Evaso dal carcere di Frosinone nel 1981, arrestato nuovamente in Brasile nel 2007 e trattenuto in carcere fino al 2011, in tutto- fino ad oggi- Cesare Battisti ha scontato soltanto 7 anni di carcere a fronte di due ergastoli e altri anni di pena comminati per quattro omicidi, insurrezione armata, associazione sovversiva, banda armata, possesso illegale di armi, rapina e furto.

Le prime parole di Cesare Battisti dal carcere: l’ex terrorista si dichiara “malato” e “non innocente”

Mauro Pili, ex Parlamentare sardo, ha riportato su Facebook le prime parole che l’ex terrorista Cesare Battisti avrebbe pronunciato ieri, al suo arrivo presso il carcere di Massama. Le parole di Battisti sarebbero giunte a Pili tramite fonti qualificate che non sono state rese note.

Dal post social di Mauro Pili, cancellato poco dopo la pubblicazione (in maniera ormai tardiva, visto che i contenuti hanno fatto in tempo a diventare virali), si apprende che Cesare Battisti avrebbe parlato della sua nuova condizione di persona malata e cambiata: “Mi dite in quale parte del mondo mi trovo? Ormai è tutto finito, ho 64 anni, sono malato, sono cambiato“.

L’ex terrorista avrebbe poi aggiunto un commento sulla sua situazione giudiziaria: “Non mi dichiaro innocente ma nemmeno mi accollo tutto ciò di cui mi accusano”. Battisti, non appena giunto ad Oristano, ha avuto modo di parlare con alcuni agenti della Polizia Penitenziaria e con il Direttore del Carcere di Massama.

Le condizioni fisiche di Cesare Battisti sono apparse buone a Davide Steccanella, il suo nuovo legale che ha ammesso di averlo visto per la prima volta in questa circostanza. A quello che è famoso per essere stato anche l’avvocato di Renato Vallanzasca, l’ex latitante è apparso non più stanco di una persona “che ha avuto ieri una giornata pesante.

Intanto, il fratello Domenico Battisti fa sapere che la famiglia non lo abbandonerà al suo destino: “Cesare è mio fratello e non c’è cosa più importante di lui. Era un delinquente da quattro soldi e l’hanno fatto diventare un personaggio del cavolo. Io sono stato insieme a lui l’anno scorso, non l’ho mai abbandonato. È mio fratello ed è la cosa più importante che esista. I cani abbandonano i fratelli ma io no“.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram