Scossa di terremoto sveglia la California per il secondo giorno consecutivo: si teme il Big One

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:33

terremotoScossa di terremoto sveglia la California, per il secondo giorno di fila si teme il Big One

Questa mattina una scossa di terremoto di magnitudo 3.5 si è verificata nei pressi di San Francisco (California) con epicentro a East Bay. Il sisma, di ipocentro superficiale a soli 10 chilometri di profondità, è stato avvertito in un’ampia zona ed ha messo sull’allerta i cittadini di San Francisco, Richmond, Alameda, Oakland, San Leandro e Benicia, destati durante la notte dal tremore.

La scossa è giunta a quasi 24 ore di distanza da un’altra registrata ieri mattina con epicentro a Berkeley (cittadina dove ha sede una delle più importanti università Usa). Numerose le segnalazioni sui social di cittadini allertati dalla scossa che si premuravano di comunicare che stavano bene. Per fortuna nessuno è rimasto ferito e pare che il sisma non abbia causato danni agli edifici.

Due scosse in 24 ore fanno tremare la California

Il timore degli abitanti della zona è giustificato, San Francisco, così come tutta la California è una zona ad alto rischio sismico poiché si trova al suo interno la faglia di Sant’Andrea, zona di congiunzione tra la placca del Nord America e del Pacifico che si estende per 1.200 chilometri. Solo 25 anni fa una scossa di magnitudo 6.7 ha causato la morte di 57 persone e 8.700 feriti. Da tempo, inoltre, gli studiosi avvisano della possibilità che avvenga un terremoto di magnitudo spaventosa che potrebbe avere conseguenze catastrofiche (il Big One).

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!