Carlo Calenda fa fuori LeU e Forza Italia: “Non voglio carrozzoni, ma un progetto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:20

carlo calenda Calenda: “No al carrozzone anti-sovranisti”

Carlo Calenda tira dritto. Il progetto di un fronte europeista per le prossime elezioni europee comincia a prendere forma. Tuttavia l’ex ministro, intervenuto in diretta a Radio 24, ha precisato che non sarà un carrozzone di sigle che si oppongono all’avanzata sovranista, ma “un manifesto con proposte precise che vanno condivise. Non è una cosa ‘contro’, ma una cosa ‘per’. Non credo alle ammucchiate ‘contro'”.

Calenda è poi entrato nel dettaglio, rispondendo a coloro che vedevano già aperture sia a sinistra che a destra. “Non credo che debba entrare nel movimento chi cerca alleanze nazionali a destra o a sinistra, con Lega o M5s sennò sarebbe un’operazione di trasformismo politico – ha sottolineato Calenda – Quindi, nello specifico, credo che non debbano entrare Leu e Forza Italia”.

“Primarie PD? Non sono interessato…”

L’ex ministro per lo Sviluppo Economico ha quindi chiuso la porta alla sinistra di D’Alema, Grasso e Boldrini e anche alla forza di centrodestra più moderata, ovvero quella che vede ancora come leader Silvio Berlusconi (che si candiderà alle Europee).

In merito alle primarie del Partito Democratico, Calenda ha precisato di non aver votato. “Il mio obiettivo non è votare Martina, Zingaretti o Giachetti – ha concluso l’ex ministro – ma costruire questo movimento”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!