Salento choc: famiglia schiava di Internet chiusa in casa da 2 anni. Piaghe, niente sonno, mangiavano solo dolci

Famiglia chiusa in casa per dipendenza da internet

Salento choc: famiglia dipendente da Internet chiusa in casa da 2 anni. Non dormivano e mangiavano solo dolciLa scoperta che i servizi sociali hanno fatto in una casa del Salento è stata a dir poco scioccante. Sembra una storia uscita fuori da un romanzo horror, ma è vera e realmente avvenuta. Una intera famiglia salentina ha vissuto per circa due anni chiusa in casa avvinghiata da una dipendenza patologica da internet. 

Da circa due anni e mezzo, si stima, la famiglia viveva chiusa nel suo appartamento. L’unico strumento di comunicazione col mondo era il web. Non si curavano più della loro igiene, passavano ore ed ore davanti al computer, mangiando solo caramelle, biscotti e merendine.

I quattro componenti del gruppo familiare – madre, padre, figlio e figlia – erano letteralmente schiavi della dipendenza da internet.
La famiglia mangiava (per modo di dire) di fronte al computer. Tutto il giorno, perfino di notte, sistematicamente, erano collegati al pc. Il figlio 15enne aveva smesso di mangiare e lavarsi per stare di fronte al pc. Quando è stato soccorso, sembrava uno scheletro. 

La scoperta della sconvolgente verità 

L’unica persona che usciva di casa era la figlia di 9 anni. Il fratello, 15 anni, aveva abbandonato gli studi. La bimba, quando tornava da scuola, si fermava a comprare qualcosa da mangiare, ma solo merendine e caramelle. Di quello si nutriva tutta la famiglia, inclusi i genitori. Il padre, 40enne, grazie ad una piccola pensione non lavorava. La madre, 43enne, era schiava della rete come il resto della famiglia.

Ad accorgersi che qualcosa non andava, sono stati gli insegnanti della bimba, ad ottobre 2018. Vedendo che la ragazzina si recava a scuola in condizioni di trascuratezza e scarsa igiene, hanno convocato i servizi sociali, i quali tutto si sarebbero aspettati tranne che di trovarsi di fronte ad una intera famiglia reclusa in casa per il pc. 

Quando sono entrati in casa, hanno trovato una situazione sconvolgente. Il 15enne, figlio maggiore della coppia, aveva ai piedi piaghe ed infezioni: nonostante fosse cresciuto continuava ad indossare le scarpe di due numeri più piccole. Il ragazzino ha avuto bisogno di terapie farmacologiche e fisioterapia, perché non si reggeva più in piedi a causa della inattività. 

Il nucleo familiare è stato affidato ai servizi psicologici. Sconvolti anche gli esperti: secondo l’ordine degli psicologi della Puglia, è sconvolgente che i due genitori fossero parte del meccanismo di dipendenza familiare. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram