Bambino nel pozzo, fra poche ore la risposta dai soccorsi: “Oggi scopriremo se Julen è vivo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:58

Bimbo nel pozzo, “Oggi sapremo se Julen è vivo”

Bambino nel pozzo, oggi la risposta dai soccorsi: “Sapremo se Julen è vivo”Oggi è il giorno definitivo per scoprire se il piccolo Julen, il bimbo spagnolo precipitato in un pozzo molto profondo, è ancora vivo. Da diversi giorni i soccorsi speleologici sono al lavoro per cercare di recuperare il bimbo di soli 2 anni precipitato in un pozzo stretto 25 cm e profondo più di 100 metri. 

Il bimbo era caduto nel pozzo mentre si trovava ad un pranzo di famiglia a Totalàn, 22 km da Malaga, un piccolo centro della provincia andalusa. Il piccolo si è allontanato ed è precipitato nel profondo pozzo abbandonato che non aveva protezioni.

Una domenica di festa si è trasformata così in un incubo per il piccolo e per la sua famiglia. E non è l’unica tragedia che colpisce i genitori di Julen, Victoria García e José Roselló, che avevano già perso un bimbo di 3 anni colpito da un infarto in spiaggia. 

Oggi è il giorno in cui si scoprirà se il piccolo ce l’ha fatta o meno. I genitori sperano di trovarlo ancora in vita. Il piccolo non dà alcun segno della sua presenza e i soccorritori sono cauti nello sbilanciarsi sulle possibilità che sia ancora vivo.

Oggi le operazioni finali di salvataggio 

Il pozzo è estremamente profondo e i resti trovati sulla superficie e nei primi metri dello scavo hanno confermato che Julen si trovava propio là in fondo. Molto complesse le operazioni di salvataggio: i soccorritori hanno provato ad inserire una sonda nel foro, ma questa si è arenata su un tappo di terra. 

Quindi i soccorritori hanno cominciato a scavare un cunicolo parallelo verticale dal quale dovrebbero partire tunnel orizzontali per raggiungere Julen. Ma anche in questo caso ci è voluto tempo a causa della presenza di duri strati di pietra. Nella squadra di salvataggio lavorano esperti scavatori, compresi coloro che liberarono decine di minatori cileni intrappolati 600 metri sotto terra nel 2010. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram