‘Adrian’, polemica sulla seconda puntata: battuta sessista che fa scatenare i social

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:26

E’ andata in onda ieri sera la seconda puntata di “Adrian”, la serie evento che vede protagonista Adriano Celentano. Come la prima, anche la puntata andata in onda ieri sera ha suscitato un mare di polemiche.

Adrian

Se nella prima puntata, Adriano, ideatore della serie, era stato accusato di razzismo per la scritta, durante un frame della graphic novel, che recitava “Mafia International” (chiaro riferimento a Napoli e alla camorra), ieri l’artista è stato accusato di maschilismo e sessismo. Ma cosa è successo, durante la puntata di ieri sera? Durante una scena della serie a fumetti, Adrian, nei panni di un supereroe, salva due ragazze da un tentativo di stupro. Da li’, la battuta: “Se aveste bevuto qualche bicchierino in meno forse avreste evitato l’increscioso approccio con quei tipi loschi”. Parole che hanno scatenato l’ira del popolo del Web che ha accusato Celentano di dare la colpa della tentata violenza sessuale alle due ragazze.

Su Twitter, sono, dunque, comparsi commenti, del tipo: “Adrian che ci insegna che se due donne bevono e vengono stuprate se la sono cercata”. E ancora: “#Adrian, l’eroe che ti salva dallo stupro aggiungendo neanche tanto tra le righe “La prossima volta stai a casa invece di uscire a bere, puttanella”. “Milioni per una grafica da anime degli anni Settanta, doppiaggio imbarazzante, miscuglio di vari stereotipi di film d’azione, personaggi surreali, maschilismo dilagante. L’unica cosa positiva è che non paghiamo il canone per questo. #Adrian”.

Intanto, la serie, anche durante la seconda puntata, ha registrato ascolti deludenti: 3.965.000 telespettatori e il 15% nella prima parte,
2.887.000 e il 13,3 nella seconda parte. Cosa deciderà di fare Mediaset, a questo punto? La serie continuerà ad andare regolarmente in onda?

Maria Rita Gagliardi