Amanda Knox, la Corte di Strasburgo condanna l’Italia: “Violati i suoi diritti di difesa”, 18mila euro di indennizzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57

Italia condannata: “Violò diritti di difesa della Knox”

Amanda Knox, la Corte di Strasburgo condanna l’Italia: “Violati i suoi diritti di difesa”, 18mila euro di indennizzoSecondo la Corte di Strasburgo, i diritti di difesa di Amanda Knox sono stati violati dall’Italia. In particolare durante l’interrogatorio del 6 novembre 2007 la donna avrebbe subito dei maltrattamenti, anche se questi non sono stati provati.

La stessa Knox ha presentato ricorso contro l’Italia per l’omicidio di Meredith Kercher avvenuto il 1 novembre 2007, per il quale era stata condannata in primo grado. La Knox ha denunciato che il 6 novembre 2007 nel corso dell’interrogatorio aveva subito dei maltrattamenti e delle violazioni del suo diritto di difesa. La Corte di Strasburgo ha dato ragione alla donna, condannando l’Italia. 

18.400 euro di risarcimento per la Knox 

L’Italia dovrà pagare 18.400 euro come indennizzo alla Knox per la violazione dei diritti di difesa. 

La sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo arriva a tre anni dalla fine della vicenda giudiziaria. Amanda Knox e Raffaele Sollecito, dopo la condanna, sono stati assolti in via definitiva per l’omicidio di Meredith.

La loro assoluzione ha provocato grandissime proteste e tutt’oggi l’opinione pubblica è spaccata in due fra chi li ritiene colpevoli e che innocenti. L’unico condannato per quella morte è un cittadino ivoriano, Rudy Guede, condannato a 16 anni per concorso in omicidio. L’uomo ha sempre sostenuto di non aver ucciso Meredith. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram