Si ubriaca al pub e precipita con l’auto dalla scogliera. Viva per miracolo

Si ubriaca al pub e precipita dalla scogliera

Talmente ubriaca da non ricordarsi di aver guidato la sua auto. Laura Ciampa-Buckley, 29 anni, aveva in corpo circa tre volte il limite di alcool consentito per guidare, quando il suo Maggiolino Volkswagen ha superato le ringhiere metalliche ed è precipitato dal bordo di una scogliera a Ventnor, sull’isola di Wight.

In precedenza, quella sera, la donna, che lavora come assistente in una farmacia, si era recata in un pub per incontrare un amico, ma dato che non si è fatto vivo nessuno la 29enne ha deciso di rimanere nel locale a bere.

Stando a quanto affermato dal Tribunale, la donna aveva programmato di tornare a casa a piedi, ma ha bevuto più del previsto. La 29enne ha quindi deciso di prendere l’auto e di guidare, finchè non ha scavalcato una ringhiera metallica ed è precipitata dal bordo di una scogliera.

Alla 29enne patente ritirata per due anni

Quando i paramedici e le squadre di vigili del fuoco sono giunti sul posto, erano tutti convinti che la donna fosse seriamente ferita, o peggio. Il Maggiolino verde era incastonato tra i cespugli, all’incirca 10 metri più in basso.

Miracolosamente, la 29enne ha riportato solo piccole ferite, nonostante l’incredibile volo dal bordo della scogliera. La giovane è stata portata subito in ospedale: l’alcool test ha rilevato che aveva 216 microgrammi di alcol in 100 millilitri di sangue, quando il limite legale è di 80mgs.

Il magistrato Mark Couch le ha vietato di guidare per due anni e le ha ordinato di completare 80 ore di lavoro non pagato, oltre a 170 sterline di multa.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram