Ad un anno dall’omicidio di Pamela Mastropietro, al via il processo per droga di Oseghale

Al via processo per droga ad Oseghale

Ad un anno dal terrificante omicidio della 18enne Pamela Mastropietro inizia il processo a Innocent Oseghale. L’omicidio di Pamela, la ragazza romana scappata dalla comunità dove viveva e trovata fatta a pezzi in diversi trolley abbandonati a Macerata, ha sconvolto l’Italia.

Il processo per omicidio al 30enne nigeriano accusato anche dell’omicidio di Pamela comincia a febbraio di fronte alla Corte d’Assise. Quello attuale riguarda invece lo spaccio di droga ci cui è accusato. 

Per l’indagine sulla droga, assieme ad Oseghale sono accusati anche Awelima Lucky e Lucky Awelima, altri due nigeriani sotto indagine anche per la morte di Pamela. I due sono attualmente in prigione, dopo il processo con rito abbreviato.

Processo Oseghale, rigettate le richieste della difesa 

Oseghale affronterà il processo con rito ordinario. L’indagine sullo spaccio di droga inizia proprio dalle investigazioni sulla morte di Pamela. Sia a Oseghale che a Desmond Lucky viene contestata la cessione di eroina alla 18enne romana e sul cellulare di Oseghale sono state trovate fotografie di un etto di eroina.

Fra le contestazioni al nigeriano anche quelle di 120 cessioni di dosi di marijuana ed una dose di eroina trovata nelle sue tasche quando venne arrestato. La difesa di Oseghale ha chiesto di non utilizzare nel processo le intercettazioni fatte ad Oseghale ed alla compagna nel carcere di Ascoli. Il giudice ha scelto di rigettare le richieste della difesa: le intercettazioni possono essere utilizzate

Su Oseghale si annidano anche accuse e sospetti di appartenenza alla mafia nigeriana, grazie anche alle rivelazioni di un pentito. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram