Un asteroide potrebbe colpire la Terra? La data dell’impatto secondo i complottisti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:23

Un asteroide potrebbe colpire la Terra? E’ il nuovo allarme lanciato sul web dai teorici della cospirazione, secondo i quali la Nasa starebbe nascondendo il prossimo impatto di un asteroide già noto dal 2002. Si tratta del 2002 NT7 rimosso per la verità da tempo dall’elenco dei possibili impatti da parte del Neo, il programma della Nasa per l’osservazione ed il tracciamento di quegli oggetti considerati potenzialmente pericolosi.

La presunta data dell’impatto dell’asteroide

Secondo gli esperti l’asteroide, che avrebbe potuto impattare contro la Terra nel 2060, non dovrebbe destare preoccupazioni per almeno un secolo, facendo rientrare un allarme diffuso sin dal 5 luglio 2003, amplificato dai media americani sulla base di una piccola parte del mondo scientifico secondo cui l’oggetto non era da sottovalutare. Successive osservazioni hanno portato a stabilire che in base all’orbita del 2002 NT7 non dovrebbero esserci rischi per il nostro pianeta.

I cospiratori sono convinti dell’impatto

Questo non ha però fermato i cospiratori secondo i quali vi sarebbe una data di impatto imminente, tenuta nascosta dall’agenzia spaziale statunitense. E sarebbe quella annunciata a suo tempo ovvero il 1 febbraio del 2019: già allora i teorici della cospirazione urlarono al complotto dopo che la Nasa annunciò che, in base ad un ricalcolo dei dati e a modelli per la simulazione del movimento dell’asteroide, non vi fossero rischi per la Terra. Dopo 17 anni di attesa è arrivato così il momento di verificare se la prima previsione della Nasa, presa per buona dai catastrofisti, coinciderà davvero con il ‘giorno del giudizio’. Sul web l’attesa cresce: nel corso delle ultime due settimane del mese di gennaio 2019 i video relativi al 2002 NT7 sono aumentati a dismisura e le clip sono state visualizzate decine di migliaia di volte, a sottolineare l’ansia diffusa tra gli appassionati di asteroidi in merito a questo corpo celeste.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!