“Voglio vederlo morto” il posto choc della sindacalista scatena le proteste per l’odio online

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:22

“Voglio vederlo morto” post choc contro Salvini

L’odio politico online corre veloce, fra post scritti senza riflettere troppo e frasi pesanti, fino a spingersi addirittura all’augurio di morte. Il destinatario del poco gentile ed umano pensiero è Matteo Salvini, oggetto di un post social di una sindacalista che ha fatto molto scalpore. La donna augura a Salvini di morire senza mezze parole: il suo post, con tanto di screenshot, è diventato virale.

“Non voglio che si dimetta – scrive sui social la donna -. Non voglio che perda l’incarico. Non voglio che finisca in galera. IO LO VOGLIO MORTO”.
Queste le lapidarie parole del posto Facebook di Isabella Zani, socio fondatore del sindacato traduttori editoriali nella Cgil, ‘Strade’, che su Twitter ha scritto nero su bianco auguri di morte per il vice premier. 

Lega: “Denunciare per istigazione all’odio”

Il capogruppo della Lega in consiglio provinciale Mara Dalzocchio ha chiesto la denuncia per istigazione all’odio. “Ultimamente notiamo sentenze contro i leghisti per molto ma molto meno, accusati e condannati di razzismo per aver scritto che le cooperative lucrano sull’immigrazione. Parlare di morte può armare la mano di qualcuno… vergognati” scrive Dalzocchio. 

Salvini dal canto suo non ha parlato di denunce. “La ‘signora’ Zani fondatrice del sindacato traduttori editoriali nella Cgil, scrive che mi vuole ‘morto’. Chiamate un medico per questa tizia! E poi il cattivo sarei io” ha scritto su Facebook. 

Pochi giornali hanno riportato l’ennesimo triste augurio di morte e istigazione all’odio (quella reale) online. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!