Bolzano choc. Si denuda, distrugge decine di macchine a sprangate e picchia agenti: arrestato

Distrugge macchine a sprangate e picchia agenti, arrestato 

Ha distrutto una decina di auto parcheggiate usando una mazza, e ha aggredito gli agenti che cercavano di fermarlo, prima di essere bloccato. Un richiedente asilo con problemi mentali del Centro di Via Gobetti, Bolzano, ieri mattina ha scatenato il terrore in zona industriale in città. 

Ieri mattina alle 7.30 un uomo, completamente nudo, è sceso in strada con una spranga di ferro. Dopo che aveva devastato alcune macchine parcheggiate usando la spranga – mirando anche una dove c’era dentro una donna che stava andando al lavoro – la polizia è intervenuta sulla scena di quella che poteva essere un secondo caso Kabobo. Il soggetto ha colpito vetri e cofani delle auto con la spranga, spaccando quello che trovava, vetri di auto e negozi. 

Ha ferito 4 persone prima di essere fermato 

L’uomo, un 35enne del Togo che soffre di problemi psichici e che è ospitato nel centro di accoglienza di via Galvani, si è scagliato anche contro un passante e gli agenti di polizia, ferendo 4 persone

Un operatore della Croce Rossa ha cercato di fermare l’uomo, ma è stato aggredito. L’arrivo delle forze dell’ordine non è stato comunque utile per fermare subito l’aggressore: il 35enne ha infatti aggredito anche le forze dell’ordine. I carabinieri e la polizia hanno riportato lievi ferite e contusioni poi sono riusciti a fermarlo. Medicato e fatto rivestire, il 35enne è accusato di violenza a pubblico ufficiale, porto di oggetti atti a offendere e danneggiamento aggravato e si trova nel carcere di Bolzano. 

La testimonianza di un presente 

Domenico Adamo, marito di una donna che si trovava sul posto perché stava andando al lavoro, ha pubblicato sui social una testimonianza. Con la foto di un’auto coi finestrini rotti, ha scritto “Mi scuso in anticipo per lo sfogo questa è la mia auto dove dentro c’era mia moglie che si stava recando al lavoro, ed è stata aggredita in via Galvani da un ospite del centro di accoglienza completamente nudo con una spranga di ferro puntando dritto su di lei per amazzarla”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram