Monza, ESCLUSIVO Reginaldo: “Obiettivo playoff minimo. Paquetà e Ibanez, che giocatori!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:12

E’ un giocatore che ha vestito nel corso della sua carriera diverse maglie di Serie A e si è fatto valere in tutte le categorie; oggi abbiamo il piacere di avere nostro ospite il bomber brasiliano Reginaldo, che l’estate scorsa è approdato al Monza in Lega Pro. Lo abbiamo intervistato in ESCLUSIVA per avere un suo commento su questa nuova esperienza professionale.

Buon pomeriggio Reginaldo, innanzitutto svelaci cosa ti ha spinto la scorsa estate a firmare per il Monza e come giudichi il livello attuale della Lega Pro…

Già dalla prima chiamata che mi ha fatto il direttore sportivo Antonelli mi ha convinto ad accettare l’offerta del Monza. Dopo le esperienze alla Paganese e a Trapani avevo voglia di ripartire proprio nel club brianzolo, vista anche la forte volontà di Antonelli a sposare il progetto Monza.

Sabato scorso il Monza ha vinto 2-1 contro il Ravenna in casa: cosa rappresenta ora questo settimo posto in classifica? Quali sono le principali avversarie da temere per la promozione in B?

La vittoria col Ravenna è frutto del grande lavoro che stiamo facendo, abbiamo cambiato tanti giocatori ma si vede che i nuovi arrivati hanno già sposato la filosofia di gioco di mister Brocchi. Il settimo posto è solo l’inizio di questo percorso, cercando di alzare ancora l’asticella e giocarcela ai playoff. La Ternana è una squadra ostica, mentre il Pordenone è veramente una realtà importante; sono loro due le squadre da battere.

Da buon brasiliano, c’è un giovane connazionale ancora sconosciuto in Brasile o qui in Italia che ti ha colpito particolarmente e che pensi possa diventare una grande stella nei prossimi anni?

Ce ne sono tantissimi in circolazione, basta solo visionarli bene. In particolare è molto forte Ibanez del Fluminense che approderà all’Atalanta, ha fatto molto bene nel campionato brasiliano ed è un ottimo difensore. Mi ha impressionato anche Paquetà del Milan, mi auguro che tanti altri miei connazionali sbarchino in Italia perché a mio parere la Serie A è il miglior torneo del mondo.

Simone Ciloni