Roma, i Casamonica vanno in Comune e presentano la domanda per la casa popolare

Roma, i Casamonica vanno in Comune e presentano la domanda per la casa popolare
Ispezione nelle villette abusive dei Casamonica, novembre 2018

Casamonica presentano la domanda per la casa popolare a Roma

Il clan sinti dei Casamonica ha fatto richiesta per la casa popolare a Roma. Il clan ora è nella graduatoria per l’accesso alle case popolari, come tutti, e aspetta un responso, ovviamente positivo. 

Sette nuclei familiari del clan Casamonica, rimasti senza le loro lussuose case abusive sulla collina del Quadraro dopo il blitz del Campidoglio qualche mese fa, hanno presentato la richiesta su carta protocollata. 

In totale sono una trentina di persone a voler l’accesso alle case popolari: secondo loro hanno diritto alla casa, spiega ‘Leggo’, a causa dei “figli minori e dei redditi bassi”. 

Ora la domanda dei Casamonica verrà valutata 

Ora la domanda dei Casamonica verrà valutata come quella di tutti. Tuttavia si tratta di una richiesta che – comprensibilmente – fa nascere un po’ di imbarazzo fra gli uffici del Campidoglio. 

I Casamonica qualche mese fa avevano presentato denunce per le demolizioni delle loro lussuose ed abusive abitazioni, avvenute a novembre. La polizia di Roma Capitale, ad oggi, non ha ancora ricevuto alcuna delega per effettuare i controlli sui Casamonica per poter valutare se hanno i requisiti per ottenere le case popolari. 

La settimana scorsa un gruppo di 20 famiglie rom sono state ammesse in graduatoria per l’assegnazione di case popolari. Il trasferimento dei nomadi nelle case avviene gradualmente dopo la decisione della Raggi di sgomberare e smantellare i campi nomadi della Capitale. 

Grazia Roversi

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram