Home Spettacolo Cinema

Dagli splatter, al Signore degli Anelli ai Beatles: Peter Jackson e il film su ‘Let it be’

CONDIVIDI

Peter Jackson, regista osannato per la trilogia de ‘Il Signore degli Anelli’, presenta il film sui Beatles e sull’album della discordia ‘Le it be’.

Sir Peter Jackson è uno sceneggiatore e regista neo zelandese che nella sua trentennale carriera ha messo la firma su decine di film, spaziando tra i generi più disparati: si parte dagli splatter degli inizi, si passa per i film fantasy e si arriva sino a quelli di fantascienza che narrano di emarginazione e razzismo (sì, mi riferisco a ‘District 9’). Negli anni il regista ha variato anche tipologia di ripresa, mostrandosi poliedrico e aperto all’innovazione (nel suo curriculum anche i due lungometraggi di Tin Tin).

La sua notorietà, però, è principalmente legata alla trasposizione cinematografica del capolavoro fantasy di Tolkien ‘Il Signore degli anelli‘, suddiviso in una trilogia che fatto incassi record ai botteghini. Il suo merito è stato quello di attenersi il più possibile alla storia originale e la sua fortuna quella di essersi trovato nell’epoca giusta per rendere avvincenti le scene di battaglia tra umani, elfi, nani e orchi.

Peter Jackson ed il film su ‘Let it be’

Il prossimo film di Jackson sarà basato sul materiale utilizzato per il documentario ‘Let it be‘ del 1970. Per confezionare quella storica testimonianza sulla band che ha cambiato il modo di intendere la musica pop, sono servite molte ore di riprese, alcune delle quali (55 in tutto) non figurano nel documentario. L’intento di Jackson e dei produttori è quello di far rivivere la straordinaria carriera della band e fare luce su un momento cruciale, ovvero la registrazione di ‘Let it be’, periodo che secondo molti ha sancito la loro scissione.

Nel presentare il progetto Jakson ha aumentato l’hype dei fan scrivendo in un comunicato riportato da ‘Rolling Stones‘: “Le 55 ore di girato inedito e le 140 di materiale audio che ci sono state rese disponibili assicurano che il film sarà l’esperienza definitiva, quello che i fan dei Beatles hanno sempre sognato” e se questo non bastasse ha aggiunto: “Sarà come salire su una macchina del tempo e tornare al 1969, così da fare un salto in studio e osservare quattro amici mentre creano musica meravigliosa”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram