Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Danimarca stato meno corrotto al mondo. Male gli USA: “Colpa di Trump”

CONDIVIDI
corruzione danimarca usa

La Danimarca è la nazione meno corrotta al mondo, mentre la Somalia è lo Stato con la più alta percentuale di corruzione.

Gli Stati Uniti non si trovano più nei primi 20 posti, mentre il Regno Unito si trova in undicesima posizione congiunta con la Germania. A riportarlo è Transparency International, un’organizzazione internazionale non governativa che si occupa proprio della corruzione, non solo politica.

L’organizzazione ha pubblicato il suo Indice di percezione della corruzione relativo al 2018, con gli Stati Uniti che hanno perso quattro punti: un calo che evidenzia un “grave problema di corruzione” nell’America di Donald Trump.

L’organizzazione, con sede a Berlino, ha dichiarato: “Un calo di quattro punti nel punteggio CPI è un allarme rosso e arriva in un momento in cui gli Stati Uniti stanno subendo minacce al proprio sistema di controlli ed equilibrio, nonché un’erosione delle norme etiche che riguarda i più alti livelli di potere”.

Il conflitto di interessi di Trump è molto serio

“Se questa tendenza dovesse continuare – prosegue Transparency International – indicherebbe un grave problema di corruzione in un paese che ha assunto un ruolo guida a livello globale”.

Transparency International ha affermato in una relazione che le minacce alla democrazia appaiono crescenti in tutto il mondo. Il gruppo ha detto che il suo ultimo rapporto sulla percezione della corruzione dei dirigenti d’impresa ha messo gli Stati Uniti al 71esimo posto, in calo di quattro posti, su una scala da 0 a 100. Il portavoce dell’agente di sorveglianza degli Stati Uniti, Zoe Reiter, ha detto che il dato rappresenta un “campanello d’allarme” sulla necessità di affrontare i conflitti di interesse, l’indebita influenza del settore privato e l’ampliamento delle lacune tra ricchi e poveri.

Le preoccupazioni erano elevate già prima dell’elezione di Donald Trump, anche se dopo la salita al potere del magnate repubblicano il dato è andato progressivamente peggiorando, soprattutto a causa dell’enorme conflitto di interessi dell’attuale presidente USA. “Le preoccupazioni riguardo all’amministrazione Trump sono piuttosto serie”, precisa Transparency International.

Italia al 53esimo posto della classifica

Non va affatto bene neppure all’Italia, che stando alla classifica fornita dall’organizzazione si trova al 53esimo posto, dietro anche a Ruanda e Namibia.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram