ESCLUSIVA Sen. Cirinnà (PD): “Il Paese paga l’incompetenza e gli errori clamorosi di questo Governo”

Analisi in esclusiva della Senatrice Monica Cirinnà del PD

Buonasera Senatrice Cirinnà, grazie per la partecipazione. Ci indichi il suo pensiero in merito al ‘caso Diciotti’…

“Ci sono una questione umanitaria e una giudiziaria. E’ evidente che il governo italiano non ha dimostrato alcuna volontà di aiutare le persone che si trovavano in mezzo al mare rischiando la vita. Dal punto di vista penale, poi, personalmente credo che il comportamento del ministro dell’Interno Salvini presenti molti rilievi, ma penso anche che per tale ragione sarebbe corretto che fosse la magistratura ad appurarlo. Salvini in un primo momento ha fatto lo sbruffone chiedendo di essere processato, poi, forse, si è reso conto che la vicenda era molto seria e ora vuole nascondersi dietro l’immunità parlamentare. Con l’aiuto di M5S, che con un’eventuale diniego dell’autorizzazione a procedere, smentirebbe clamorosamente se stesso, dalla sua nascita a oggi. Credo, però, anche che l’appartenenza politica debba ora essere tenuta lontano dalla vicenda: parlino gli atti, le leggi e gli organi competenti, cioè la Giunta per le immunità del Senato e la magistratura”.

Intervista alla Senatrice Monica Cirinnà

Come commenta le dichiarazioni del Premier Conte, molto ottimista sulla ripresa economica nel Paese nel quarto trimestre?

“Purtroppo il Paese sta pagando l’incompetenza, la propaganda e gli errori clamorosi di questo governo gialloverde. E’ certificato che l’Italia è in recessione, cosa che non avveniva dal 2013 ed è una pessima notizia che pagheranno le famiglie, i lavoratori e le imprese. Mentre premier, vicepremier e ministri vivono di selfie il Paese reale e la forza economica italiana stanno pericolosamente arretrando. E’ un primo, grave, campanello d’allarme. La verità è che sono state poste risorse su strumenti sbagliati, a partire dal reddito di cittadinanza, che non produce sviluppo e che si accompagna al tremendo blocco di tutte le principali opere infrastrutturali. Se non vi sarà una vigorosa sterzata con il contenimento dei conti pubblici e un serio piano d’investimenti la situazione non migliorerà di certo. E’ grave che il premier neanche se ne renda conto e continui a spargere fiducia, fondata su non si sa cosa”.

Simone Ciloni

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram