Home Notizie dal territorio

Tragedia del venerdì sulle strade italiane: auto contro guard rail, morto un uomo

CONDIVIDI

Perde il controllo dell’auto e si schianta contro il guard rail: morto il conducente, grave una donna. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio sul Gra

Terribile schianto e ore di disagi sulle strade italiane, dove è morta una persona in seguito ad un grave incidente stradale. La prima tragedia è avvenuta sul Grande Raccordo Anulare di Roma intorno alle 16:30: un’auto bianca ha improvvisamente sbandato, le ragioni non sono al momento chiare, andando a ribaltarsi. Nell’incidente è deceduto un uomo, che i soccorritori intervenuti anche con l’eliambulanza hanno cercato di rianimare a lungo salvo poi dichiararne la morte. Il veicolo ha sbandato sulla carreggiata esterna intorno al chilometro 61+600, all’altezza di Ponte Galeria; qui oltre ai sanitari sono intervenute pattuglie della Stradale ed il personale Anas per gestire il flusso di traffico e per le necessarie operazioni di messa in sicurezza del tratto stradale.

La dinamica dell’incidente sul Gra

Le autorità dovranno far luce sull’esatta dinamica del sinistro che non ha coinvolto altri mezzi: il conducente potrebbe dunque aver perso il controllo dell’auto, frenando bruscamente e andando a schiantarsi contro il guard rail, per poi andare a impattare con l’asfalto dopo essere stato sbalzato fuori dall’abitacolo. A farne le spese anche una donna, che si trovava sul medesimo veicolo e che a seguito dell’incidente è rimasta gravemente ferita: si trova ricoverata in ospedale.

Traffico e code a causa dell’incidente

Il traffico ne ha inevitabilmente risentito e i disagi sono esponenzialmente aumentati poichè il sinistro è avvenuto nel tardo pomeriggio del venerdì, poco prima dell’uscita dei pendolari dai luoghi di lavoro. Le forze dell’ordine hanno chiuso temporaneamente il Raccordo alla circolazione. Traffico bloccato tra Casal Lumbroso e la diramazione con la Roma Fiumicino fino alle 19: la riapertura del tratto stradale del Gra è avvenuta alle 18:30, con progressivo seppur lento ritorno alla normalità.