Aggressione a Roma, spari contro un ragazzo di 19 anni: si ipotizza uno scambio di persona

19enne raggiunto da proiettili ricoverato in gravi condizioni di salute. Forse non era lui l’obiettivo da colpire

Ragazzo di 19 anni ferito in un agguato
Agguato, nella notte, nel quartiere Axa di Roma (Immagine di repertorio)

Un ragazzo di 19 anni è stato raggiunto, nella notte appena trascorsa, da dei proiettili sparati nel corso di un’aggressione scaturita da un litigio. Il giovane è stato rinvenuto per terra, gravemente ferito, a Roma, in Piazza Eschilo (quartiere dell’Axa). Adesso il 19enne si trova ricoverato, in gravissime condizioni di salute, all’Ospedale San Camillo: qui è ancora in corso l’operazione chirurgica che dovrà fermare l’emorragia toracica. Manuel Mateo Bortuzzo, originario di Treviso, è una giovane promessa del nuoto italiano. Il ragazzo si allenava presso il Centro Federale di Ostia. In corso le indagini avviate dagli inquirenti per assicurare i responsabili alla giustizia: si tratterebbe di diverse persone di cui ancora non si conosce l’identità.

Ragazzo di 19 anni ferito in un agguato, in ospedale si sta cercando di salvargli la vita

Manuel Mateo Bortuzzo (19 anni) è il giovane nuotatore, futura promessa dello sport italiano, che questa notte è rimasto coinvolto in un litigio degenerato in una sparatoria. I fatti si sono svolti in Piazza Eschilo, la piazza della capitale che si trova nel quartiere dell’Axa. Nel corso della rissa sono rimaste coinvolte diverse persone e sono stati esplosi tre proiettili. Bortuzzo, ragazzo trevisano in trasferta a Roma per i suoi allenamenti in vasca, è stato soccorso e trasferito presso la struttura ospedaliera Grassi, per poi essere trasferito al San Camillo. Qui è in corso un’operazione con la quale i medici sperano di ridurre la vasta emorragia toracica in atto. Un secondo intervento dovrà servire ad estrarre il proiettile che avrebbe raggiunto la colonna vertebrale del giovane. Pertanto, è ancora impossibile dire quali siano le sue effettive condizioni di salute e le sue possibilità di recupero. A breve, da Treviso, arriveranno i genitori di Manuel.

Ragazzo di 19 anni ferito in un agguato, la ricostruzione della vicenda

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Manuel Mateo Bortuzzo e alcuni suoi amici– compresi dei nuotatori che si allenano insieme al giovane trevisano- si trovavano a transitare da Piazza Eschilo quando, prima di lasciare lo spiazzo e di tornare a casa, il 19enne sarebbe crollato a terra sotto i colpi di pistola sparati da aggressori ancora ignoti. È successo alle ore 02:00 circa della notte appena trascorsa, dalla parte opposta rispetto ad un pub. Gli inquirenti credono che i colpi di pistola esplosi non fossero rivolti a Manuel Mateo Bortuzzo: si sarebbe trattato di uno scambio di persona. Le telecamere di sorveglianza hanno restituito una situazione alquanto chiara. L’aggressore o gli aggressori di Manuel viaggiava/no a bordo di un mezzo: una vettura o uno scooter. Le riprese mostrano due fari accesi in movimento e Manuel che si accascia a terra dopo gli spari. In quel momento, con lui, c’era un amico che è già stato ascoltato dagli inquirenti.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram